fbpx
come fare un vlog e guadagnare

Come fare un Vlog (video blog) e guadagnare nel 2023

Se vuoi imparare come fare un vlog (video blog), allora sei nel posto giusto. 

Mi occupo di blog (e video blog) qui da più di 6 anni.

Il video blogging (vlogging) è diventato sempre più popolare negli ultimi dieci anni con l’ascesa della banda larga superveloce, apparecchiature di registrazione a prezzi accessibili e computer ad alta potenza in grado di gestire facilmente l’editing video. 

Per non parlare del fatto che YouTube è il secondo motore di ricerca più grande al mondo con ben 5,5 miliardi di utenti mensili.

Molte persone preferiscono guardare un video piuttosto che leggere un lungo articolo su un blog e in alcune nicchie i contenuti video hanno molto più senso. 

Guardare qualcuno dimostrare una tecnica di decorazione di una torta, ad esempio, è molto più facile che cercare di capirlo da istruzioni scritte.

Quindi, se ti piace fare video, perché non creare il tuo vlog (video blog)? 

È facile da fare e non costa molto.

Come fare un Vlog (video blog) e guadagnare nel 2023

Tabella dei Contenuti

Che cos’è un Vlog (video blog) e in cosa è diverso da un normale blog?

Un video blog consiste principalmente di video, di solito rilasciati a intervalli prestabiliti (ad esempio un nuovo video ogni settimana).

La maggior parte dei video blog esiste come canale YouTube, per ragioni che vedremo tra poco.  

Questi sono spesso supportati attraverso un sito Web o un blog che ha post che condividono nuovi video, spesso con alcuni contenuti scritti per supportarli.

Le principali differenze tra un vlog e un normale blog principalmente scritto sono:

  • Il tipo di contenuto, ovviamente.  Se non ti piace scrivere o fai fatica a scrivere bene, un vlog funzionerà molto meglio per te rispetto a un normale blog.
  • Dove ospiti i tuoi contenuti. Se stai scrivendo un blog normale, puoi ospitare tutto con la tua società di web hosting. Ma con un vlog, dovrai ospitare i tuoi video separatamente (potresti quindi incorporarli in un normale blog o sito web).

Puoi dare un’occhiata al mio canale YouTube proprio qui per attingere ad un esempio reale ed ispirarti per avvicinarti alla tua strategia di video blogging.

cristin iovino youtube

Ora, tuffiamoci nella mia guida su come creare un vlog (video blog) con una nota importante su dove dovresti pubblicare i tuoi video blog.

Perché devi ospitare il tuo Vlog su YouTube

Una delle prime differenze nell’imparare a fare un vlog rispetto a un blog scritto più tradizionale è che i video occupano molto più spazio rispetto al solo testo e alle immagini.

Ad esempio, il testo di un lungo romanzo (o il testo di centinaia di post di blog) occuperebbe circa 1 MB di spazio.

Se hai immagini larghe 500px sul tuo blog e le comprimi per usarle sul web, potresti comprimere forse 100 immagini in 1 MB di spazio. 

Ma probabilmente otterrai solo pochi secondi di video in 1 MB di spazio, anche se lo comprimi.

Ciò significa che se carichi i tuoi video sul tuo servizio di web hosting, alla fine ti imbatterai in limiti di spazio.

Ma il problema più grande non riguarda le dimensioni dei tuoi video quando vengono archiviati, ma la quantità di dati che devono essere trasferiti quando le persone li guardano. 

Questo può consumare la tua larghezza di banda in modo incredibilmente veloce.

Ciò potrebbe comportare uno (o più!) di questi problemi:

  • Il tuo servizio di web hosting blocca il tuo sito.
  • Le prestazioni del tuo sito peggiorano in caso di picchi di traffico.
  • Avrai spese molto più alte per il tuo web hosting.

Ma quando ospiti i tuoi video su YouTube, non devi preoccuparti dello spazio di archiviazione o della larghezza di banda. 

È YouTube a pagare il conto, non tu.

Un altro motivo molto importante per ospitare i tuoi video su YouTube è che le persone useranno spesso YouTube come un motore di ricerca , quando cercano istruzioni o supporto. 

Se i tuoi video non sono lì, non li troveranno.

Suggerimento: puoi facilmente incorporare un video di YouTube in un articolo del tuo blog, in modo da poter continuare a macinare visualizzazioni sul tuo blog o sito web.

Configurazione del tuo canale YouTube

È facile e gratuito creare un canale e un account YouTube per caricare i tuoi video. 

Ecco la mia guida passo passo su come creare un vlog (e configurare il tuo canale YouTube):

Passo 1. Accedi al tuo account Google, tramite YouTube

Vai alla home page di YouTube e vedrai un pulsante Accedi in alto a destra. 

Fai clic su di esso e ti verrà chiesto di accedere al tuo account Google. (Google possiede YouTube.)

Passo 1. Accedi al tuo account Google, tramite YouTube

Non hai un account Google? Puoi utilizzare il link “Crea account” nella pagina di accesso per crearne uno, utilizzando il tuo indirizzo email esistente o creando un indirizzo @gmail.com.

accedere al canale youtube login google

Passaggio 2. Crea il tuo canale

Vedrai di nuovo la home page di YouTube dopo l’accesso, con il tuo avatar (o la prima lettera del tuo nome) in alto a destra.

Per creare il tuo canale YouTube, fai clic sul tuo avatar e quindi fai clic sul link “Crea un canale”:

Creare un canale youtube

Successivamente, YouTube ti chiederà di scegliere il nome e l’immagine che desideri utilizzare per il tuo canale. 

Dai un’occhiata al mio tutorial sulle idee per i nomi dei blog per qualche ispirazione.

Dopo aver caricato la tua foto e cambiato il nome del tuo canale (se vuoi cambiarlo), fai semplicemente clic sul pulsante “Crea canale”.

configurazione canale youtube

Non preoccuparti se non sei sicuro del nome o dell’immagine del tuo canale. 

Puoi modificarli facilmente in un secondo momento, nello studio di YouTube.

Ecco fatto: il tuo canale YouTube è stato creato! Puoi fermarti qui o andare al passaggio successivo e iniziare a personalizzare il tuo canale.

Passaggio 3. Personalizza il tuo canale

Non appena il tuo canale è stato creato nel passaggio 2, dovresti essere indirizzato alla home page del tuo canale.

Suggerimento:  se ci tornerai in un secondo momento, fai clic sul tuo avatar nell’angolo in alto a destra, quindi seleziona il link “Il tuo canale”.

personalizzare canale youtube

Dopo aver fatto clic su “Personalizza canale”, verrai indirizzato allo studio di YouTube. 

Ci sono molte opzioni da poter esplorare qui, come l’aggiunta di un trailer del canale, la modifica del layout della home page del tuo canale e molto altro.

personalizzazione canale youtube studio

Passaggio 4. Aggiungi una descrizione per il tuo canale

Se fai clic sulla scheda “Informazioni di base”, puoi impostare una descrizione per il tuo canale. 

Racconta alle persone di cosa tratta il tuo vlog e dai loro un buon motivo per iscriversi! 

Puoi anche cambiare il nome del tuo canale in questa schermata.

Suggerimento:  puoi anche impostare un “handle”. Il tuo handle è una versione abbreviata del nome del tuo canale e deve iniziare con il simbolo @. Questa è una nuova funzionalità che YouTube ha iniziato a implementare nel novembre 2022.

inserire descrizione canale youtube studio

Una volta che sei soddisfatto delle modifiche apportate, vai avanti e fai clic sul pulsante “Pubblica” in alto a destra.

Attrezzatura che ti servirà per registrare (e modificare) i tuoi video di Vlog

Ora che il tuo canale è configurato, ti consiglio di iniziare a registrare i tuoi video. 

Sebbene tu possa registrare utilizzando il tuo smartphone, idealmente, investirai in attrezzature di qualità superiore per produrre video che abbiano un bell’aspetto e un suono.

Fotocamera

Se hai intenzione di filmare qualcosa, come te stesso o una tecnica che stai dimostrando, allora avrai bisogno di una videocamera. 

A seconda del tipo di video che stai creando, potresti invece registrare il tuo schermo. 

E ricorda, avere la videocamera della migliore qualità al mondo non ti garantisce di avere un video blog di successo dall’oggi al domani.

Ciò che scegli dipenderà inevitabilmente dal tuo budget, ma alcune fotocamere comunemente consigliate per i vlogger sono:

  • Sony ZV-1 : questa fantastica fotocamera ha un eccellente autofocus, è compatta e potente e costa circa 590€.
  • DJI Pocket 2 : questa fotocamera produce filmati stabili e si girerà per tenerti facilmente sotto tiro, inoltre è economica a circa 380€.
  • Canon EOS M200 : questa fotocamera con capacità 4K ha un touch screen da 3 pollici che puoi facilmente posizionare per vedere cosa sta vedendo la tua fotocamera e costa circa 500€.

Microfono

La tua fotocamera potrebbe essere dotata di un microfono incorporato, ma per la migliore qualità audio, vorrai un microfono dedicato che puoi posizionare correttamente. 

Questi microfoni per vlogging dovrebbero svolgere perfettamente il lavoro per te:

  • Samson Q2U : questo microfono dinamico (piuttosto che a condensatore) è portatile e adatto ai viaggi e costa circa 85€.
  • Rode NT-USB : questo piccolo microfono che colpisce ben oltre il suo peso e costa circa 100€.
  • Razer Seiren X : questo microfono taglia bene il suono di sottofondo, è un’ottima opzione per i video in live streaming e costa circa 73€.

Puoi trovare molte altre opzioni nella mia lista dei migliori microfoni per fare video su YouTube.

Illuminazione

Una buona illuminazione fa un’enorme differenza per i tuoi video. 

L’opzione più semplice è una luce ad anello, anche se potresti voler creare una configurazione di illuminazione più elaborata man mano che il tuo video blog cresce.

Alcune ottime opzioni sono:

  • Godox SL60W : questa potente luce a LED è resistente, forte e ha una luminosità completamente regolabile, inoltre è facile da riposizionare. Costa circa 145€.
  • GVM 2 Pack LED : per una configurazione leggermente più complessa, l’acquisto di due luci a LED ti consente di ottenere l’illuminazione giusta. Entrambi insieme costano circa 270€.
  • UPhitnis Ring Light : questa luce ad anello economica è portatile, ha tre modalità di illuminazione ed è una buona opzione se hai un budget limitato, a 40€.

Software di registrazione e montaggio

Oltre all’hardware necessario (una videocamera, un microfono per la registrazione e l’illuminazione), avrai bisogno di un software di registrazione per filmare i tuoi video.

Nessuno registra il video perfetto alla prima ripresa, quindi avrai bisogno anche di un software che ti permetta di modificare i tuoi video.

Tutte queste opzioni ti consentono sia di registrare che di modificare video:

  • iMovie : se disponi di un computer Mac OS o di un dispositivo con iOS, puoi utilizzare iMovie per registrare e modificare i tuoi video. È gratuito, facile da usare e ha funzioni di modifica comuni come riorganizzare ed eliminare clip.
  • Lightworks : un editor più avanzato, lightworks ha più strumenti ed effetti video, con la possibilità di esportare direttamente su YouTube. La versione base è gratuita, anche se puoi pagare per Lightworks Pro (da $ 23,99 al mese) per accedere a funzionalità premium come il supporto multi-cam.
  • Camtasia : questo software ti consente di registrare il tuo schermo, quindi è ideale per tutorial e presentazioni PowerPoint, e puoi anche aggiungere didascalie, animazioni, contatori di tempo, voci fuori campo e molto altro durante la modifica. Costa circa 280€.

Come registrare e produrre il tuo primo vlog

Hai la tua attrezzatura e ora è il momento di creare il tuo primo video. 

Anche se ti piace parlare davanti alla telecamera, potresti sentirti un po’ nervoso, soprattutto se non sai ancora come usare tutta la tua nuova attrezzatura.

Seguimi passo dopo passo e avrai il tuo video su YouTube prima che te ne accorga, ecco cosa devi fare:

Passaggio 1. Scrivi note o uno script in anticipo

Poche persone hanno altoparlanti abbastanza dotati da registrare direttamente dalla sommità della testa, senza alcuna preparazione. 

Questa è la ricetta per un sacco di false partenze, “ums” e lunghe pause che in seguito dovrai modificare. 

Fidati di me, te lo dico per esperienza personale.

Concentrati invece sul crearti delle note sulle quali basarti, struttura un’introduzione accattivante e scriviti un elenco puntato (o uno script completo) per l’intero video. 

Un sacco di video blogger (vlogger) lo fanno, ed è un ottimo modo per assicurarti di coprire tutto ciò che vuoi includere nel tuo video.

Se lavori da uno script, puoi anche farti un’idea approssimativa di quanto durerà il tuo video. 

La maggior parte delle persone parla a circa 150 parole al minuto, quindi se il tuo script è di 1.500 parole, il tuo video durerà circa 10 minuti una volta editato.

Potresti voler creare modelli di base per i tuoi script video, in modo da poter creare facilmente nuovi script. 

Ad esempio, probabilmente vorrai un’introduzione all’inizio e un invito all’azione alla fine di ogni video.

Passaggio 2. Prova l’attrezzatura di registrazione e il software

Se non hai ancora provato la fotocamera, il microfono, le luci e il software di registrazione, questa è la tua occasione.

Anche se li hai provati, vale la pena ricontrollare che la tua configurazione funzioni correttamente: qualcosa di semplice come riposizionare il microfono o cambiare la luminosità delle luci potrebbe fare una grande differenza per la qualità del tuo video.

Prima di iniziare a registrare il tuo video completo, fai un breve video di prova per verificare che tutto sia bello e suoni alla grande. 

Non vuoi lanciarti nel tuo primo vlog solo per scoprire che il tuo microfono è stato disattivato per tutto il tempo (è un facile errore dei principianti).

Passaggio 3. Mostra la tua personalità

Non aver paura di mostrare la tua personalità davanti alla telecamera. 

A meno che tu non stia creando un vlog aziendale per un noioso lavoro quotidiano, sii te stesso! 

Puoi fare battute, essere sciocco o persino imprecare: fintanto che si adatta al personal brand che vuoi costruirti, va bene tutto.

come diventare un imprenditore migliore esempio vlog obiettivi canale youtube personalità

Ci sono così tanti vlog là fuori che il tuo emergerà solo se riesci a dare al tuo pubblico di destinazione un senso di connessione con te. 

E questo inizia lasciando trasparire la tua personalità nei tuoi video.

Ricorda, nessuno vede ciò che hai registrato finché non sei pronto. 

Quindi concediti il ​​permesso di sperimentare e scatenarti. 

Se decidi che ciò che hai registrato non funziona, nessun problema: puoi semplicemente registrarlo di nuovo.

Passaggio 4. Modifica il tuo Vlog per rimuovere gli errori

Hai appena premuto “Stop” sul tuo software di registrazione ed è allettante pensare che il tuo lavoro qui sia finito.

Ma prima di caricare il tuo video, c’è ancora del lavoro da fare. 

Anche se stai creando un vlog casuale e chiacchierato, probabilmente vorrai modificare il tuo video per rimuovere eventuali errori, come quel momento in cui sei inciampato nelle tue parole e hai dovuto ricominciare una frase.

L’editing e la produzione di video possono essere un po’ noiosi e potresti scoprire che ci vuole molto più tempo per modificare i tuoi video che per registrarli in primo luogo. 

Ma ricorda che, nelle parole di Orson Welles, “l’intera eloquenza del cinema si ottiene nella sala di montaggio”.

Passaggio 5. Aggiungi didascalie e altri elementi

L’aggiunta di didascalie (a volte chiamate anche sottotitoli) al tuo video aiuta a renderlo più accessibile.

Se qualcuno che guarda il tuo video è sordo, avrà bisogno di quei sottotitoli per seguirlo. 

Se il tuo spettatore non parla fluentemente la tua lingua madre, i sottotitoli possono essere di grande aiuto per capire cosa stai dicendo, soprattutto se hai un forte accento. 

E alcune persone preferiscono semplicemente guardare i video con l’audio disattivato.

Il tuo software di editing video potrebbe essere in grado di trascrivere la tua voce e aggiungere automaticamente didascalie, ma verificane l’accuratezza e modificale dove richiesto.

Durante l’editing, potresti anche voler aggiungere elementi extra ai tuoi video, come richiami di testo, effetti sonori, animazioni, uno screenshot o semplicemente un pulsante che richiede agli spettatori di iscriversi. Tutti questi elementi possono aiutarti a rendere i tuoi video di alta qualità e l’uso creativo di questi extra potrebbe persino diventare un segno distintivo del tuo stile di vlogging.

Passaggio 6. Carica il tuo Vlog finito su YouTube

Dopo aver modificato il tuo video e averlo guardato un’ultima volta per assicurarti di essere soddisfatto, è il momento di caricarlo sul tuo canale YouTube.

Suggerimento: YouTube supporta una vasta gamma di formati video, ma consiglia di utilizzare MP4.

Nello Youtube Studio, vai su Contenuti, quindi fai clic sul pulsante Carica video:

caricare video su Youtube studio

Dovrai selezionare il tuo file video dal tuo computer. 

Durante il caricamento, puoi impostare il titolo, la descrizione, scegliere la miniatura e altro:

caricamento video sul canale youtube

Una volta terminato il caricamento del video e superato i controlli automatici di YouTube, fai clic sul pulsante Avanti per procedere. 

Puoi aggiungere una schermata finale, aggiungere schede per promuovere contenuti correlati e altro ancora.

Infine, avrai la possibilità di programmare o pubblicare il tuo video. 

Puoi anche mantenerlo privato se non sei ancora pronto per pubblicarlo:

impostare visibilità video su canale youtube studio

Congratulazioni! Ora sei un vlogger: hai imparato con successo a creare un vlog dopo aver pubblicato il tuo primo video su YouTube 🎉

Creazione di un sito Web (blog tradizionale) per supportare la crescita del tuo vlog

Speri di fare soldi come vlogger un giorno? 

Sarei disposto a scommettere che questo è uno dei motivi principali per cui hai trovato questa guida su come fare un vlog.

Sebbene tu possa semplicemente creare il tuo vlog solo come canale YouTube , probabilmente scoprirai che è più facile raggiungere i tuoi obiettivi di video blogging quando disponi di un sito web o di un blog tradizionale per supportare la crescita e la promozione del tuo vlog su YouTube.

La creazione di un sito Web ed il creare un blog, è economico e semplice: esamineremo tutto ciò che è necessario fare per iniziare.

Ottenere un nome di dominio e un web hosting

Tutti i siti Web richiedono un dominio (indirizzo Web) e un hosting Web  (archiviazione connessa a Internet 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per il tuo sito).

Un dominio ti costerà circa 15/20€ all’anno per un nome .com. 

L’hosting è più costoso: in genere circa 5/10€ al mese, anche se sono disponibili offerte più economiche, specialmente nel tuo primo anno di gestione di un blog o di un sito web.

Per ottenere il miglior valore, ti consiglio di scegliere un host web che offra un dominio gratuito: molti lo fanno e la registrazione del tuo nome di dominio con il tuo host web semplifica le cose.

La scelta che ti consiglio di intraprendere è quella di affidarti a ServerPlan (il miglior hosting italiano per il supporto tecnico e per il valore assoluto). 

Configurazione di WordPress

Dopo esserti registrato per il web hosting, è il momento di installare WordPress in modo da poter creare il tuo blog o sito web.

Ora, ci sono altre opzioni disponibili per il tuo costruttore di siti web o piattaforma di blogging… ma WordPress è di gran lunga il più popolare (e per molte buone ragioni). 

Come vlogger, WordPress è particolarmente utile perché ti consente di incorporare molto facilmente un video di YouTube semplicemente incollando l’URL nell’editor di WordPress .

L’installazione di WordPress è semplice e veloce, puoi trovare le istruzioni per installare WordPress su di ServerPlan qui.

Dopo aver installato WordPress, probabilmente vorrai cambiare il tema (design) del tuo blog. Puoi farlo accedendo alla tua area di amministrazione di WordPress.

Molto probabilmente, avrai un link in un’e-mail alla tua area di amministrazione di WordPress, ma in caso contrario, aggiungi semplicemente /wp-admin all’URL del tuo sito web.

Quindi, se il tuo URL è ilmiovlog.com, la tua area di amministrazione di WordPress sarà ilmiovlog.com/wp-admin .

Per cambiare il tema, vai su Aspetto → Temi. 

Vedrai un elenco di temi, incluso quello attualmente attivo in alto a sinistra. 

Basta scegliere un tema che ti piaccia, far scorrere il cursore del mouse su di esso e fare clic su “Attiva”.

come scegliere quale tema utilizzare per il tuo nuovo blog

Se non sai quale scegliere, dai un’occhiata alla mia lista dei migliori temi WordPress dove capirai anche quali sono gli elementi di un tema che concorrono al successo di blog e che quindi devi tenere in considerazione.

Come creare blog-post per i tuoi video

Vuoi mettere il tuo video sul tuo blog, in modo che le persone possano guardarlo lì senza andare su YouTube? 

Questo è davvero facile da fare con WordPress.

Innanzitutto, apri il tuo video in una nuova scheda e fai clic sul pulsante Condividi sotto di esso:

Come creare blog-post per i tuoi video youtube

Quindi, devi solo copiare l’URL che vedi lì:

condividere video youtube link

Il prossimo passo è scrivere un aritoclo sul blog in WordPress.

Vai su Articoli → Aggiungi nuovo nella tua dashboard, quindi vedrai l’editor di blocchi di WordPress per il tuo articolo.

Vai avanti e scrivi il contenuto che desideri per il tuo articolo, quindi fai clic sul pulsante + e aggiungi un blocco YouTube. 

Ciò ti consente di incollare l’URL del tuo video:

aggiungere video youtube su wordpress articolo di blog

Suggerimento: puoi anche creare un blocco Vimeo in WordPress, se desideri ospitare i tuoi video su Vimeo.

Fai crescere il pubblico del tuo vlog con i social media e la SEO

Stai cercando di far crescere il pubblico del tuo vlog? 

Assicurati di promuovere gli articoli del tuo blog sui social media: questo può essere più efficace del collegamento diretto ai tuoi video su YouTube, poiché il tuo blog riceverà traffico.

Pensa ai social network in cui potrebbe riunirsi il tuo pubblico di destinazione, forse Twitter se hai un pubblico di giornalisti e scrittori o LinkedIn se hai un pubblico aziendale.

Potresti creare una newsletter per incoraggiare i nuovi visitatori del tuo blog a iscriversi per gli aggiornamenti, oltre a spingerli a iscriversi al tuo canale YouTube.

È anche una buona idea investire un po’ di tempo nell’apprendere le basi della SEO  (ottimizzazione per i motori di ricerca). 

È probabile che i tuoi video di YouTube si posizionino bene nei motori di ricerca grazie alla SEO intrinsecamente forte di YouTube: dopotutto è di proprietà di Google. 

Ma quando si tratta del tuo sito Web o blog, probabilmente dovrai fare del lavoro extra per ottimizzare i tuoi contenuti.

4 semplici modi per fare soldi con i tuoi video

Pronto per iniziare a monetizzare il tuo vlog? 

Ci sono molti modi diversi per fare soldi, quindi vediamo quali sono i più famosi.

1. Pubblicità tramite AdSense

Puoi potenzialmente guadagnare pubblicando annunci sui tuoi video di YouTube aderendo al Programma partner di YouTube . 

Dovrai essere registrato ad AdSense di Google.

Per essere idoneo al programma partner, tuttavia, hai bisogno di oltre 1.000 iscritti e 4.000 ore di visualizzazione, non è così facile quando inizi. 

E anche se hai così tanti iscritti, potresti scoprire di non guadagnare molto dagli annunci in-video.

Un’altra opzione è utilizzare AdSense sul tuo sito web o blog

Non è necessario disporre di un livello prestabilito di traffico o visitatori per registrarsi e iniziare a pubblicare annunci, anche se dovrai eseguire alcuni passaggi per dimostrare che il tuo sito è idoneo e attendere l’approvazione.

2. Inserimento di prodotti a pagamento

Proprio come i blogger possono essere pagati per recensire i prodotti nei contenuti del loro blog, i vlogger possono essere pagati per presentare i prodotti nei loro video. 

Potresti essere pagato in contanti o potresti tenere i prodotti. (E alcuni prodotti, come le fotocamere digitali, valgono parecchio.)

Per cominciare, potrebbe essere necessario cercare aziende a cui offrire di collaborare con loro e promuovere i loro prodotti. 

Man mano che il tuo vlog cresce, potresti scoprire che le aziende vengono da te con richieste di collaborazione. 

Potresti creare una pagina sul tuo sito Web o blog con informazioni sul tipo di posizionamento di prodotti o opportunità di sponsorizzazione che offri.

Tieni presente che le regole di YouTube richiedono che tu dichiari l’inserimento di prodotti o la sponsorizzazione nella descrizione del tuo video.

3. Donazioni tramite piattaforme come Patreon

Alcuni creatori di contenuti accettano donazioni come un modo per portare dei soldi. 

Se vuoi fare di più che comprare un caffè occasionale, allora un ottimo modo per incoraggiare le donazioni è attraverso Patreon .

Con Patreon, i tuoi spettatori si iscrivono per donare regolarmente e come risultato ottengono qualcosa in più. 

Potrebbe trattarsi di video extra, o potrebbe essere qualcos’altro in più, come sessioni di domande e risposte dal vivo con te, risorse bonus da abbinare ai tuoi video o qualsiasi altra cosa per cui il tuo pubblico sarebbe interessato a pagare.

Potresti anche menzionare nuovi sostenitori nel tuo video o fornire un elenco di Patreon sul tuo blog o sito web.

4. Affiliate Marketing

L’Affiliate Marketing è uno dei miei modi preferiti per fare soldi online. 

È facile e veloce iniziare e può essere un’efficace fonte di guadagno anche quando non hai un pubblico molto vasto.

In qualità di affiliato, promuovi il prodotto o il servizio di qualcun altro e, se il tuo spettatore acquista di conseguenza, ottieni una parte di ciò che spende. 

In genere, la tua commissione di affiliazione potrebbe essere compresa tra il 5% (ad esempio per i prodotti su Amazon) e il 50% (più comune per i prodotti digitali).

È facile includere i link del prodotto o del servizio nella descrizione del tuo video o nelle note dell’articolo sul tuo blog nel quale è incorporato il tuo video.

Pronto per far funzionare il tuo video blog?

Creare un vlog è un po’ più complicato rispetto all’ aprire un blog, perché avrai bisogno di una buona attrezzatura di registrazione e di un software di editing per creare contenuti di qualità. 

Dovrai quindi preventivare i costi iniziali di questi.

Tuttavia, il vlogging potrebbe valerne la pena. 

È perfetto se preferisci parlare piuttosto che scrivere e ti consente di creare una connessione istantanea con il tuo pubblico.

Avviare il tuo vlog è semplice. Segui i passaggi precedenti e presto avrai il tuo vlog attivo e funzionante.

Non sei sicuro che un video blog sia adatto a te? Dai un’occhiata a questo mio articolo sul blogging vs YouTube: dovrebbe aiutarti a prendere una decisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri i miei servizi!

Dove imprenditori, freelance, creators e influencer trovano la soluzione alle proprie esigenze.

 

Ti accompagno nella creazione, lo sviluppo e la crescita del tuo business.

Dalla consulenza di web marketing strategico e operativo, allo sviluppo di siti web ed eCommerce.