fbpx
come aprire un blog di cucina da zero con wordpress

Come aprire un blog di cucina nel 2022: La guida definitiva (gratuita) per iniziare a bloggare sul cibo e fare soldi

Aprire un blog di cucina può essere un’esperienza molto divertente, gratificante e persino redditizia, a patto che tu sia pronto a dedicare tempo, impegno e imparare veramente come aprire un blog di cucina (in modo intelligente) e impostarlo per il massimo crescita potenziale.

Stai avviando un blog di cibo con l’obiettivo di posizionarti come esperto e leader di pensiero all’interno della tua nicchia e, prima che te ne accorga, questo nuovo sito potrebbe aprire le porte a opportunità appetitose inaspettate come offerte di libri, apparizioni televisive, linee di prodotti e molto altro ancora.

E anche se vuoi solo essere un food blogger per hobby, puoi comunque rendere il tuo nuovo blog molto redditizio.

La parte migliore? 

Non hai bisogno di alcuna capacità di programmazione o di blogging tecnico, o di un grande investimento finanziario per diventare food blogger

Quindi, se sei pronto per imparare come aprire un blog di cucina che fa davvero soldi , allora questa guida è per te.

Come avviare un blog di cucina in 8 semplici passaggi (nel 2022)

Tabella dei Contenuti

In questa guida per creare un blog di cucina, ti illustrerò gli otto passaggi per aprire un blog di cucina, supportati dalle mie interviste con alcuni dei blogger di cibo di maggior successo al mondo.

Ora, tuffiamoci nella mia guida definitiva su come fare un blog di cucina.

1. Scegli la nicchia del tuo blog di cucina

Il food blogging è un’area tematica molto ampia.

Potresti già sapere esattamente su quale aspetto vuoi concentrare il tuo blog di cucina, ma è importante iniziare affinando davvero la tua prospettiva e il tuo messaggio.

Come avviare un blog sul cibo e scegliere un nome per il tuo blog sul cibo

Ad ogni modo, avere una nicchia specifica quando avvii un blog di cucina, ti manterrà concentrato e ti renderà più facile iniziare col piede giusto:

  • Identifica e comprendi i tuoi lettori target (es. chi sono le persone che ameranno di più i miei contenuti?)
  • Brandizza il tuo blog di cucina in modo che si distingua dagli altri (ad esempio, in che modo il mio blog di cucina è unico nel mio settore?)
  • Fai crescere e monetizza il tuo blog di cucina (ad esempio, come farò a guadagnare con un blog come food blogger?)

Quindi diamo un’occhiata ad alcune nicchie di blogging diverse tra cui puoi scegliere all’interno del settore generale dei blog di cibo:

  • Blog di ricette che si concentra sul far rivivere vecchie ricette di famiglia da tutto il mondo.
  • Blog specifico di cibo dietetico che discute opzioni dietetiche sane, vegane o prive di glutine.
  • Blog gastronomico specializzato in piatti indiani, piatti giapponesi, piatti africani o altri del tuo background culturale.
  • I blog sul cibo si sono concentrati su metodi di cottura come la cottura al forno, alla griglia e così via.
  • Blog di fotografia di cibo che si occupa di catturare scatti incredibili nei migliori ristoranti.

Ricorda, è nel tuo interesse scegliere una nicchia che si adatti bene alle tue passioni, interessi, competenze e personalità quando avvii un blog di cucina.

2. Scegli un nome accattivante per il tuo blog di cucina

Scegliere il nome giusto per il tuo blog può farlo risaltare e catturare rapidamente l’attenzione dei tuoi lettori target.

Il nome giusto per il tuo blog di cucina comunica anche di cosa tratta il tuo blog di cucina, la tua posizione nel settore e persino a chi servono le tue ricette, in pochi secondi.

Il nome del tuo blog di cucina, noto anche come nome di dominio o URL del blog, sarà l’indirizzo del tuo blog su Internet.

Questo è ciò che le persone digiteranno nella barra degli indirizzi del loro browser web per navigare direttamente al tuo blog di cucina, oppure potrebbero persino cercarne il nome sui principali motori di ricerca come Google. 

Apparirà così (e di solito vorrai che finisca in un .com ):

creare un blog di cucina Nome di dominio URL Barra degli indirizzi

Anche se puoi sicuramente iniziare a bloggare sul cibo gratuitamente utilizzando piattaforme come Medium, Tumblr o Blogger (o anche semplicemente creandoti un seguito su Instagram ), è importante acquistare il tuo nome di dominio, in modo che appartenga a te, nel caso alla fine vuoi costruire un business o guadagnare dal tuo blog di cucina.

I siti di blogging gratuiti del mondo limiteranno fortemente le tue capacità in termini di design, caratteristiche, funzionalità e capacità di monetizzare il tuo blog di cucina.

Scegliamo il nome (e il nome di dominio) per il tuo blog di cucina.

Ecco alcuni suggerimenti rapidi per aiutarti a scegliere un nome accattivante per il tuo blog di cucina:

  • Guarda da vicino la tua nicchia e vedi se ti viene in mente qualcosa di intelligente o giocoso.
  • Considera il tuo pubblico di destinazione e ciò che potrebbe attirare la loro attenzione.
  • Dai un’occhiata ai nomi di altri blog di successo per trovare ispirazione.
  • Usa una parola chiave utile nella tua nicchia (per indicare chiaramente il tuo posizionamento).
  • Tienilo breve e facile da ricordare, pronunciare e scrivere.
  • Usa il tuo nome, soprannome o una combinazione dei tuoi nomi (come Cristian Iovino)

Anche se non sei ancora sicuro di come chiamare il tuo blog di cucina, continuiamo a muoverci: puoi sempre decidere un nome in seguito.

3. Porta il tuo blog di cucina online (web hosting)

Il tuo blog di cucina deve essere ospitato online da una società di web hosting prima che tu possa fare qualsiasi altra cosa (e renderlo visibile su Internet).

In questa fase, decideremo anche la piattaforma di blogging che utilizzerai per avviare effettivamente il tuo blog di cibo, oltre al piano di hosting web che utilizzerai per portare il tuo blog di cibo online.

La piattaforma di blogging utilizzata dal 95% dei food blogger si chiama WordPress e la società di web hosting che consiglio (per mettere online il tuo blog di cucina) è ServerPlan.

WordPress è una piattaforma in circolazione da quasi due decenni e attualmente ospita oltre il 34% di tutti i siti Web su Internet (incluso il mio blog). 

ServerPlan è una delle società di hosting più rinomate e di lunga data che i blogger utilizzano per portare i loro siti Web online. 

Questa è la combinazione che useremo nel resto di questo tutorial sul food blogging.

Ora scegliamo il nome e il piano di hosting per il tuo blog di cucina.

-> Fai click qui per andare su ServerPlan

Ora seleziona ‘Web Hosting’ sulla barra in alto e in seguito ‘Hosting WordPress’ come nell’immagine sottostante.

ServerPlan Web Hosting  (screenshot della home page) per scegliere un nome e imparare come creare un blog

Scegli il piano hosting per il tuo blog di cucina

Dopo essere arrivato sul sito web dell’hosting potrai notare le 4 offerte disponibili.

installare WordPress: prezzo hosting Serverplan, il miglior hosting WordPress

Ti consiglio di scegliere il piano STARTUP ( il più venduto ) per 3 motivi:

  • Potrai installare WordPress sull’hosting con 1 solo click.
  • Ti permette di ospitare fino a 10 siti web.
  • E’ super veloce.

Nel caso tu voglia avere ancora più potenza per il tuo progetto scegli “Enterprise o Enterprise PLUS”.

Se invece hai intenzione di acquistare il piano STARTER KIT ( sconsigliato ) questa guida non fa per te per il semplice motivo che non avrai a disposizione l’installatore automatico di WordPress (quello che con 1 click manda il tuo sito online).

Quindi se hai scelto il piano STARTER KIT dovrai rimboccarti le maniche e passare alla guida ufficiale di WordPress per installarlo manualmente (richiede competenze tecniche).

Se invece fai parte del 99% delle persone che hanno scelto il piano STARTUP o superiore per iniziare col botto continua a leggere e…

PREMI SU “ORDINA”

Scegli il nome di dominio del tuo blog di cucina

E’ il momento di scegliere il dominio, il nome del tuo progetto web che lo renderà accessibile digitandolo nella barra di ricerca di tutti i browser ( il mio è cristianiovino.com ).

Oltre al nome, ti verrà chiesto di scegliere un estensione.

Il mio consiglio è quello di scegliere sempre “.com” se disponibile.

Se così non fosse scegli ” .net/.org ” per un sito internazionale o ” .it ” per un sito italiano.

RICORDA: ServerPlan ti regala il dominio, hai già risparmiato 12€ scegliendo loro.

In alternativa alle più comuni estensioni puoi decidere di scegliere una delle nuove estensioni disponibili ( “ .academy .blog .bar ” e tanti altri ) che però non sono gratuite.

installare WordPress su Serverplan: scegliere il dominio

A te la scelta.

Una volta verificata la disponibilità del nome dominio con l’estensione da te scelta fai click su “AGGIUNGI AL CARRELLO” e poi su “CONTINUA”

Seleziona il gestionale

A questo punto dovrai scegliere il sistema operativo che vorrai installare sul tuo hosting.

Potrai scegliere tra “Linux” e “Windosw“.

Questa scelta andrà a determinare quale pannello di controllo verrà installato per la gestione del tuo blog.

Scegliendo Linux verrà installato cPanel mentre con Windows avrai Plesk.

Il mio consiglio è quello di scegliere il sistema operativo “Linux” e quindi di gestire il tuo progetto tramite cPanel che a differenza di Plesk è molto più semplice e intuitivo.

NOTA: Questa è una scelta puramente gestionale, il pannello di controllo non andrà a influire sulle prestazioni del tuo sito o blog.

Io stesso per tutti i miei progetti ho scelto Linux e cPanel senza riscontrare mai alcun problema.

Quindi seleziona “Linux” accanto al nome del piano scelto e fai click su “ASSOCIA AL DOMINIO”.

Poi premi su “Continua”

installare WordPress: cPanel vs Plesk

Non preoccuparti di visionare i servizi aggiunti disponibili, per ora non ne hai bisogno e potrai comunque attivarli in seguito dal tuo account se lo riterrai opportuno.

Acquistare hosting e dominio ServerPlan

Ora ti verrà chiesto di creare un account o di accedere per proseguire.

installare WordPress su hosting

Una volta che hai creato l’account ed hai effettuato l’accesso potrai proseguire.

E’ arrivato il momento di effettuare il pagamento.

Potrai scegliere tra le 4 modalità di pagamento quella che preferisci, io ti consiglio di utilizzare Carta di Credito o Paypal, in modo da avere un piano hosting attivo nel giro di pochi secondi, senza dover attendere le tempistiche di transazione richiesta dai metodi di pagamento “Bollettino Postale” e “Bonifico Bancario”.

P.S: Puoi anche effettuare il pagamento con una carta prepagata o di debito (Postepay, N26 ecc..)

Quindi accetta i termini e condizioni, fai click su “CONTINUA” e poi “PAGA ORA”.

Inserisci il numero della carta di credito, il nome dell’intestatario, la data di scadenza, il codice CVV che trovi sul retro e la tua email.

Processa il pagamento al quale verrà applicata l’ IVA italiana e preparati a veder nascere il tuo progetto.

come si installa WordPress: pagamento hosting

Esatto, hai appena acquistato hosting e dominio e il tuo blog di cucina sta per essere messo al mondo.

Ora vediamo come installare WordPress sul tuo hosting, ci vorrà giusto qualche click:

STEP 1.1

Il primo passaggio da eseguire è quello di accedere alla mail con il quale ti sei registrato ed hai effettuato l’acquisto dell’hosting su ServerPlan.

Come potrai ben notare, il tuo piano hosting è stato attivato nel giro di pochi secondi dall’acquisto e come nell’immagine qui sotto, hai ricevuto questa mail che indica quelli che sono i dati per poter accedere al tuo pannello di controllo cPanel dal quale vedremo come ti basti davvero un semplice click per installare WordPress.

come installare WordPress e usare cPanel

STEP 1.2

Stai per eseguire l’accesso al tuo pannello di controllo.

Digita nella barra degli indirizzi il nome dominio scelto seguito da /cPanel ( esempio: www.nomedominio.com/cPanel )

Oppure fai click sul link di accesso ricevuto per email, lo trovi nella sezione “Pannello cPanel” -> “Principale”

Ti troverai davanti la pagina di login di cPanel, come in foto.

installazione WordPress: cPanel

STEP 1.3

Ora inserisci negli appositi spazi le credenziali di accesso ricevute nella mail di attivazione.

STEP 1.4

Benvenuto sul pannello di controllo del tuo blog.

Scorri la pagina fino ad arrivare nella sezione “WEB APPLICATIONS” e fai click su “WordPress” per iniziare ad installarlo.

come installare WordPress Serverplan

STEP 1.5

Nella pagina seguente fai click su “INSTALLA QUESTA APPLICAZIONE”

STEP 1.6

Compila la pagina con i tuoi dati e modifica le impostazioni come in foto.

Come installare WordPress Serverplan

STEP 1.7

Fai click su “INSTALLA” e in automatico WordPress verrà installato.

Te lo ripeto.

SEI STATO UN FENOMENO.

Ci hai messo meno di 5 minuti per lanciare il tuo nuovo progetto online, ora non ti resta che fare il login sul tuo sito.

Per farlo ti basterà digitare nella barra degli indirizzi il tuo nome dominio seguito da ” /wp-admin ” ad esempio “www.nomedominio.com/wp-admin”.

wp-login wordpress

Nel caso in cui non dovessi riuscire a collegarti al tuo sito, non preoccuparti, potrebbe capitare ( succede raramente ) che ci voglia qualche ora prima che un sito web venga indicizzato correttamente in rete.

Inoltre ti ricordo che grazie al servizio super efficiente che hai acquistato avrai gratuitamente la licenza Let’s Encrypt attiva fin da subito sul tuo blog di cucina.

Il certificato Let’s Encrypt serve a far apparire quel lucchetto verde che vedi su tantissimi altri siti e che andrà ad’identificare il tuo sito come “sito sicuro”, cosa non da poco se vuoi che agli occhi dei tuoi lettori risulti un professionista sotto ogni punto di vista.

E soprattutto cosa non da poco per Google che premia i siti sicuri.

Benissimo, ma non è finita qui.

Hai posto le fondamenta necessarie per poter realizzare qualcosa di veramente grande e raggiungere gli obbiettivi che ti sei prefissato/a ancor prima di partire.

4. Progetta il tuo blog di cucina con strumenti e temi gratuiti

A questo punto, hai installato e ospitato il tuo blog basato su ServerPlan e WordPress.

Ora abbiamo in mano un foglio bianco da rendere bello! 

E lo faremo utilizzando strumenti e modelli gratuiti.

Esempio di GialloZafferano di come creare una home page di un blog di cucina

Per raggiungere il successo quando crei un blog di cucina, non solo il tuo blog di cucina deve apparire attraente, ma deve anche offrire ai tuoi lettori un’esperienza utente fantastica.

Ed è per questo che il giusto design del blog di cibo è così importante.

La buona notizia è che puoi progettare il tuo blog di cucina e ottenere risultati meravigliosi anche utilizzando strumenti gratuiti e temi WordPress

Ora analizzeremo alcune diverse categorie di risorse gratuite da utilizzare nella progettazione del tuo blog di cucina.

  • Un sistema di gestione dei contenuti (CMS)
  • Temi WordPress
  • Plugin WordPress

Quindi, diamo un’occhiata più da vicino a ciascuno di essi.

Sistema di gestione dei contenuti (CMS)

Innanzitutto, hai bisogno di un sistema di gestione dei contenuti, noto anche come piattaforma di blogging, in modo da poter scrivere articoli sul blog, condividere foto e pubblicare ricette o recensioni sul tuo blog di cucina. 

Prendi ispirazione dalla mia carrellata di recensioni oneste su ServerPlan per vedere i diversi tipi di formati in cui può rientrare un articolo di recensione.

Se hai seguito il nostro tutorial finora, hai già scelto di utilizzare WordPress come CMS. 

Grande!

Sei in buona compagnia. 

Dai un’occhiata a queste incredibili statistiche su WordPress:

  • WordPress è il CMS più popolare per il settimo anno consecutivo e detiene una quota compresa tra il 50% e il 60% del mercato globale dei CMS.
  •  WordPress è il CMS in più rapida crescita con circa 500+ nuovi blog lanciati ogni giorno sulla piattaforma.

WordPress è intuitivo per i motori di ricerca ( blog SEO ), molto semplice da usare, ti consente di organizzare i tuoi contenuti in modo strategico, aggiungere video e immagini, dandoti comunque il controllo su ogni aspetto del design del tuo blog. 

È anche gratuito e ti dà la possibilità di aggiungere facilmente più funzionalità al tuo blog come forum, un negozio online e persino abbonamenti a pagamento dai tuoi lettori.

Ora parliamo di temi.

Temi WordPress per food blogger

Un tema WordPress sarà il “template” dietro le quinte del tuo blog di cucina che controlla il layout visivo, l’aspetto e la sensazione di tutto sul tuo blog di cucina. 

La scelta del giusto tema WordPress che ti dia le opzioni di cui hai bisogno, quindi, è una decisione molto strategica.

Cookie e kate esempio su come aprire un blog di cucina

Con WordPress come CMS, puoi personalizzare e migliorare l’aspetto del tuo blog di cucina scegliendo un tema WordPress gratuito con cui iniziare e preoccuparti di acquistare un tema più premium con funzionalità aggiuntive più avanti una volta che ne avrai una molte abbastanza consistente di lettori che visitano il tuo blog.

Come ho detto, però, dovresti iniziare il tuo viaggio nel blog di cucina con il maggior numero possibile di strumenti gratuiti.

Ecco la mia scelta per il miglior tema WordPress gratuito e generatore di pagine che dovresti usare quando sei agli inizi:

Elementor Page Builder + Tema WordPress (gratuito)

Elementor page builder miglior tema wordpress per aprire un blog di cucina

Il Page Builder di Elementor, abbinato al loro tema WordPress gratuito, è senza dubbio la migliore combinazione per i nuovi blogger di cucina perché questi due che lavorano insieme ti consentono di progettare il tuo intero blog di cucina con una grande personalizzazione, senza alcuna conoscenza di programmazione, e di grande effetto con layout e design di pagina straordinariamente belli. 

Inoltre, Hello Theme è anche il tema WordPress più veloce che abbia mai testato, quindi il tuo sito verrà caricato alla velocità della luce per i tuoi lettori.

Al centro di questo tema WordPress c’è il suo generatore di pagine visive drag-and-drop progettato per aiutarti a creare facilmente un sito Web e progettarlo in base alle tue esigenze.

Per iniziare, viene fornito con una raccolta di diversi modelli di pagina, elementi di design e vari widget che possono aiutarti ad abilitare tonnellate di funzionalità di base del blog (come acquisizione di e-mail, pulsanti selezionabili, incorporamenti di video, incorporamento scorrevole di Google Maps, invii di moduli e altro) .

Puoi davvero progettare un blog di cucina completamente funzionale senza alcun aiuto e hanno anche una vasta libreria di articoli e video tutorial per guidarti. 

Ecco un’anteprima di come appare Elementor dietro le quinte:

Esempio elementor + hello per aprire un blog di cucina

Ho già detto che è gratuito?

Se vuoi creare un layout per un blog di cucina relativamente semplice (che è perfetto se stai appena iniziando a bloggare ), allora la versione gratuita al 100% di Elementor farà il suo lavoro. 

Una volta che sei pronto per eseguire l’aggiornamento a Elementor Pro o valutare altre opzioni di temi, sbloccherai un intero nuovo mondo di possibilità per la progettazione di un blog straordinario.

Puoi ottenere la versione gratuita di Elementor Page Builder qui.

Anche il loro tema WordPress gratuito è proprio lì, quindi puoi averli entrambi da quel link.

Ricorda, per scegliere il tema WordPress giusto per il tuo blog di cucina, è importante tenere a mente queste considerazioni:

  • Usa un tema con un design semplice, pulito e diretto in modo che i tuoi visitatori possano interagire facilmente con i tuoi contenuti e anche spostarsi nel tuo blog di cucina senza difficoltà
  • Scegli un tema che dia al tuo blog di cucina un bell’aspetto su tutti i dispositivi, che si tratti di laptop, desktop, tablet e dispositivi mobili.
  • Assicurati che il tema funzioni con tutti i browser e sia ottimizzato per la SEO.
  • Assicurati che il tema supporti tutti i plugin di cui il tuo blog di cucina ha bisogno.
  • Cerca recensioni e valutazioni per controllare il track record del tema.

Ora, esaminiamo i plug-in WordPress indispensabili che vorrai installare subito per aggiungere alcune funzionalità aggiuntive al tuo blog di cucina.

Plugin WordPress per food blogger

Poiché stai utilizzando WordPress come CMS, puoi migliorare ulteriormente la funzionalità del tuo blog di cucina utilizzando una gamma di plug-in gratuiti e a pagamento.

In poche parole, un plug-in è un piccolo software che può essere aggiunto al tuo blog di cucina per migliorarne il funzionamento e aggiungere nuove funzionalità senza scrivere nessuna riga di codice.

Simile ai temi, sul mercato sono disponibili molti plugin gratuiti e a pagamento. 

Ecco alcuni dei miei plugin preferiti che dovresti considerare di installare subito sul tuo blog di cucina:

  • Rank Math: più persone hanno la possibilità di trovare i tuoi contenuti, migliori saranno i risultati che otterrai dal tuo blog di cucina. Il plugin Rank Math ti permette di ottimizzare ogni singolo aspetto legato alla SEO del tuo blog, dall’ottimizzazione di titoli, descrizioni, lunghezza dei contenuti e altri elementi importanti come gli Schema Markup, fino al monitoraggio del posizionamento del tuoi contenuti e delle tue keyword.
  • Elementor: il miglior page builder visuale che permette di modificare ogni singolo aspetto del tuo blog attraverso la tecnologia drag and drop (qui trovi la recensione Elementor completa)
  • Site Kit di Google: questo è un plugin creato da Google per poter integrare i codici di monitoraggio ( Analytics, Tag Manager, Optimize ecc..) e tenere traccia di tutte le analitiche direttamente dalla tua dashboard WordPress.
  • WP Rocket: i siti web più veloci si posizionano meglio su Google e offrono ai tuoi lettori un’esperienza migliore, WP Rocket è un plugin che memorizza in cache le tue pagine, riduce le dimensioni dei file e altro che permette al tuo blog di cucina di caricarsi più velocemente per tutti.
  • WPForms: questo plugin ti permette di inserire all’interno dei tuoi articoli e pagine form per acquisire contatti e-mail o essere contattato da potenziali clienti direttamente dal tuo blog.
  • UpdraftPlus: potrebbe succedere qualcosa di strano sul tuo blog di cucina, quindi per l’eventualità avere un plugin come UpdraftPlus che ti consente di effettuare dei backup che potrebbero essere l’unica tua ancora di salvezza in certe situazioni (e fidati, non sono poi così rare).
  • MaxCDN: in termini di velocità MaxCDN fa in modo di che le immagini e gli altri elementi statici del tuo blog vengano caricati più velocemente, inoltre, è possibile integrarlo con WP Rocket il ché renderà il tuo blog di cucina una Ferrari da pista.

5. Crea le pagine principali del tuo blog di cucina

Quando i visitatori arrivano sul tuo blog di cucina, è normale che abbiano domande sul tuo blog di cucina.

esempio homepage juls kitchen per aprire un blog di cucina

Spesso si chiederanno come sia diverso dagli altri blog di cucina nel tuo spazio e, in base al layout del tuo sito, costruiranno un’opinione della persona (o delle persone) dietro il blog di cucina e se i tuoi contenuti faranno o meno al caso loro.

Per rispondere in anticipo a queste domande per i tuoi lettori, è importante creare le pagine principali del tuo blog, in particolare queste tre:  

  • Homepage.
  • About o Chi sono/Chi siamo.
  • Pagina Contatti.

La homepage del tuo blog di cucina

Nella maggior parte dei casi, la home page del tuo blog di cibo sarà la prima pagina che i visitatori troveranno dopo aver digitato il nome del tuo blog in un motore di ricerca o dopo averlo scoperto da un guest post che hai realizzato per un altro blogger di cibo, e la tua home page dovrebbe fornire una panoramica dettagliata delle varie sezioni del tuo blog di cucina.

Tieni presente che gli elementi della home page del tuo blog di cucina dovrebbero idealmente includere:

  • Un titolo semplice e chiaro che informa i visitatori su ciò che il tuo blog di cucina ha da offrire in meno di 3 secondi.
  • Un sottotitolo che fornisce una breve descrizione del valore fornito dal tuo blog di cibo.
  • Inviti all’azione che indirizzano i visitatori a diverse aree del tuo blog di cucina (dove vuoi che vadano).
  • Immagini straordinarie che catturano la loro attenzione e li introducono al tuo stile visivo.
  • Collegamenti ai tuoi migliori contenuti in modo che i visitatori possano rimanere più a lungo.

La pagina Chi sono del tuo blog di cucina

La pagina Chi sono sul tuo blog di cucina non dovrebbe solo presentare te e il tuo messaggio, ma dovrebbe anche rispondere a queste domande chiave:

  • Perché qualcuno dovrebbe seguire il tuo blog di cucina?
  • Quali problemi puoi risolvere per i lettori del tuo blog di cucina?
  • Come puoi aiutare in modo unico i tuoi lettori?

Quindi, ricordati sempre di:

  • Dichiara chiaramente il tuo nome e includi una tua foto per costruire una connessione più forte con i lettori.
  • Aggiungi tutte le credenziali e le certificazioni necessarie per aumentare la tua credibilità come food blogger.
  • Scrivi con la tua normale voce di conversazione, in modo che i lettori possano avere un’idea della tua personalità e sentirsi come se stessi parlando con loro.
  • Rendi la tua storia il più coinvolgente e riconoscibile possibile.

La pagina dei contatti del tuo blog di cucina

Questa pagina dovrebbe essere facile da trovare sul tuo blog di cucina e deve fornire informazioni su come raggiungerti al meglio, che si tratti di domande dei lettori, domande su come lavorare con te, sponsorizzare il tuo blog o altro.

La pagina dei contatti del tuo blog di cucina può essere estremamente semplice.

esempio pagina contatti mamma chef blog di cucina

In sostanza, la tua pagina di contatto dovrebbe contenere questi elementi:

  • Risposte rapide alle domande poste di frequente dai lettori (o un collegamento a una pagina delle domande frequenti).
  • Un breve modulo di facile comprensione e compilazione in base alle loro richieste.
  • Un indirizzo email a cui contattarti.
  • Collegamenti ai tuoi account sui social media (in particolare Instagram, YouTube e Pinterest).

6. Pianifica la strategia e il posizionamento dei contenuti del tuo blog di cucina.

Senza una strategia di content marketing che ti guidi, può essere facile mescolare le cose e iniziare a discutere di argomenti che non sono rilevanti per la tua nicchia o il tuo pubblico quando crei un blog di cucina.

come aprire un blog di cucina e creare una strategia di content marketing

Ma con una strategia di content marketing per aiutarti a tracciare il tuo percorso e informarti su cosa scrivere sul blog, puoi:

  • Identificare i tuoi lettori ideali specifici e le ragioni per venire sul tuo blog di cucina (vogliono una ricetta specifica? Ispirazione su idee per la cena infrasettimanale?).
  • Concentrarti sulla tua nicchia e produrre contenuti accattivanti che offrano un valore unico ai tuoi lettori.

Per creare una strategia di contenuti coerente per il tuo blog di cucina, segui questi passaggi:

  • Pensa ai tuoi obiettivi e a cosa vuoi raggiungere.
  • Ricerca, comprendi e impara tutto su ciò che i tuoi lettori target vogliono e di cui hanno bisogno.
  • Identifica dove puoi trovare il tuo pubblico online. Sono più su Instagram, Pinterest o YouTube?
  • Usa la keyword research per trovare idee per i contenuti e argomenti per gli articoli di cibo che i tuoi lettori stanno cercando.
  • Scegli il formato di contenuto giusto come video, blog post, infografica, podcast o video in base a ciò che i tuoi lettori desiderano di più (se fai podcast, assicurati di acquistare uno dei migliori microfoni per podcast)
  • Determina la frequenza con cui pubblicherai nuovi contenuti e sii realistico e coerente una volta che avrai iniziato.
  • Crea un calendario dei contenuti in modo da sapere in anticipo su quali argomenti scriverai.

7. Spacca con le immagini (i migliori blog di cibo hanno un’ottima fotografia)

Hai mai sentito la frase che un’immagine vale più di mille parole?

Ebbene, questo è particolarmente vero per i blog di cucina, perché i blog di cucina di successo sono molto noti per avere immagini di alta qualità (di solito originariamente scattate).

Esempio di fotografia di blog di cucina

Ecco alcune opzioni che puoi utilizzare per produrre immagini straordinarie per il tuo blog di cucina:

Scatta le tue fotografie (il percorso migliore)

Anche se non sei un fotografo professionista, puoi imparare a scattare buone fotografie come parte del tuo viaggio per imparare ad avviare un blog di cucina.

Ecco alcuni consigli per i nuovi food blogger che cercano di migliorare le proprie abilità fotografiche:

  • Usa sempre la luce naturale per scattare foto di cibo (soprattutto quando sei agli inizi).
  • Spostati per trovare la posizione con la luce migliore (anche se è fuori dalla tua cucina).
  • Scatta foto da diverse angolazioni (dall’alto o di lato e così via) per vedere quale viene meglio.

Usa con attenzione le librerie di foto stock gratuite

Se non sei un fotografo professionista, puoi comunque trovare bellissime immagini da utilizzare sul tuo blog di cucina, utilizzando siti di foto stock gratuiti come UnsplashFoodiesfeedPixabay, Freepik Pexels.

Come creare un blog di cucina esempio immagini da sito foto stock freepik

In tal caso, assicurati che le immagini che desideri utilizzare siano immagini esenti da royalty che possono essere utilizzate per scopi commerciali senza necessità di attribuzione e non affermare che le immagini siano tue.

Raccomando di seguire questa strada solo se sei a corto di tempo e risorse finanziarie nei primi giorni di avvio del tuo blog di cucina.

Una volta che inizi a guidare il traffico e a interagire con i tuoi lettori, è importante passare alla condivisione delle tue immagini sul tuo blog di cucina per scopi di autenticità.

Usa strumenti gratuiti per il fotoritocco e la progettazione

Con gli strumenti gratuiti di fotoritocco e progettazione, puoi migliorare in modo creativo la qualità delle tue foto di cibo anche se non hai precedenti competenze di progettazione, modifica o Photoshop.

Alcuni esempi di strumenti gratuiti per la progettazione e l’editing di foto che sono perfetti quando si impara a creare un blog di cucina sono:

Non dimenticare che puoi anche ritagliare e modificare foto stock generiche per convertirle in immagini uniche per il tuo blog di cucina con l’aiuto di questi strumenti di editing.

8. Promuovi il tuo blog di cucina e fai rete con altri blogger di cucina

Non sorprenderti se i visitatori non si riversano magicamente sul tuo blog di cucina il giorno in cui inizi a pubblicare contenuti.

Come promuovere il tuo blog di cucina e fare rete con altri food blogger

Ammettiamolo, oltre a pubblicare contenuti regolarmente, devi promuovere attivamente il tuo blog di cucina e fare rete con altri food blogger, in modo da poter portare più traffico al tuo blog di cucina nel lungo periodo. 

Non accadrà dall’oggi al domani, ma concentrandoti su questi canali di promozione, inizierai subito a fare progressi.

Ecco alcuni dei modi più collaudati per promuovere il tuo blog di cucina e costruire relazioni con altri blogger di cucina:

Aggiorna la tua firma e-mail (per mettere in evidenza il tuo blog di cucina)

Oltre ad avere le informazioni di contatto, l’URL del sito Web e i collegamenti ai social media nella firma dell’e-mail, puoi anche fare un ulteriore passo avanti per includere qualcosa come un collegamento al tuo ultimo articolo, un collegamento per l’iscrizione e-mail o l’ultimo eBook scaricabile gratuito che hai scritto.

Fai SEO on-page nel modo corretto

Se vuoi che il tuo blog di cucina si posizioni in alto nei risultati dei motori di ricerca per parole chiave specifiche nella tua nicchia (come “ricetta della torta di mele”), allora è importante che tu abbia faccia SEO on-page nel modo corretto,

E per farlo, segui queste best practice dalla mia guida alla SEO per blog proprio qui:

  • Crea URL SEO friendly ( permalink ).
  • Inizia ogni titolo con la tua parola chiave più importante per la quale desideri posizionare il post.
  • Fai in modo che la tua parola chiave venga menzionata nelle prime 100-150 parole del tuo contenuto.
  • Aumenta la velocità del tuo blog di cucina in modo che le pagine vengano caricate in 2-3 secondi o meno.
  • Usa un tema WordPress reattivo in modo che le pagine vengano caricate correttamente su tutti i dispositivi.
  • Crea contenuti di lunga durata di alta qualità (progettati per posizionarsi bene nella ricerca).

Inizia a creare una mailing list

Con un enorme ritorno sull’investimento del 3800%, l’email marketing è uno dei modi migliori per promuovere i tuoi contenuti quando crei un blog di cucina.

Una lista e-mail è un gruppo di persone che ti hanno fornito i loro indirizzi e-mail, in modo che possano ricevere aggiornamenti e-mail da te quando pubblichi nuove ricette, condividi nuove guide e così via.

Puoi creare la tua mailing list con successo quando:

  • Crei un lead-magnet di alta qualità (come un ricettario gratuito) come regalo gratuito per chiunque si iscriva.
  • Fornisci un modulo di iscrizione sulle pagine del tuo blog di cucina e in ciascuno dei tuoi articoli.
  • Scegli un provider di servizi di email marketing efficace.
  • Scrivi e-mail personalizzate per sviluppare una relazione più forte con i tuoi iscritti.

Condividi i post del tuo blog di cucina sui social media (soprattutto Instagram)

Food Blogging su Instagram Pinch of Yum Esempio

I social media possono essere uno strumento di promozione efficace per i tuoi articoli, ma ci sono molte opzioni, che vanno da Instagram a Facebook, YouTube, Pinterest, LinkedIn e molti altri.

Invece di condividere freneticamente le tue immagini su ogni piattaforma di social media subito fuori dai cancelli, identifica quale piattaforma ha una maggiore concentrazione del tuo pubblico di destinazione e concentrati solo su uno o due, per cominciare. 

Anche se la tua ricerca produce 3 o più piattaforme, inizia con una o due, per evitare di essere sopraffatto.

I consigli dei migliori blogger di cibo suggeriscono che dovresti raddoppiare su Instagram e Pinterest .

Per gestire il tuo tempo e promuovere i tuoi contenuti in modo efficace sui social media, utilizza strumenti come Buffer , Hootsuite e Quuu Promote.

Ricorda anche di includere i pulsanti di condivisione dei social media nel tuo blog in modo che anche i tuoi lettori possano condividere.

Scrivi guest post (per traffico e vantaggi SEO)

Uno dei modi migliori per promuovere il tuo blog sul cibo, soprattutto quando hai appena iniziato, è scrivere guest post.

I tuoi guest post dovrebbero essere pubblicati con una biografia dell’autore che ti accredita come autore e fornire anche un collegamento al tuo blog di cucina e account sui social media. 

Ciò offre ai lettori di altri blog di cucina più affermati (in cui è pubblicato il tuo guest post) l’opportunità di conoscerti e seguire anche i tuoi contenuti.

Ciò consente di creare consapevolezza per il tuo blog di cucina, indirizzare il traffico verso di esso e possibilmente anche aumentare i tuoi iscritti alla mailing list.

Non dimenticare di utilizzare i seguenti suggerimenti in modo da poter scrivere guest post efficaci per qualsiasi blog di cucina su cui sei interessato a pubblicare:

  • Prenditi del tempo per studiare il blog prima di presentare la proposta (accettano i guest post? Come sono generalmente formattati? Il tuo stile corrisponde al loro?).
  • Connettiti e sviluppa una relazione con il food blogger o l’editore.
  • Segui le loro regole e le linee guida per la pubblicazione degli ospiti.
  • Proponi sempre un argomento originale che offra valore ai lettori.

Una volta che il tuo guest post sarà pubblicato sul blog di cucina dell’altra persona, lavora sodo per promuoverlo sui tuoi canali social: probabilmente faranno lo stesso e ti taggheranno, aiutando così a diffondere la consapevolezza sul tuo blog di cucina anche su altri canali social .

Fare rete con altri food blogger

Un altro modo intelligente per promuovere i tuoi contenuti e creare consapevolezza per il tuo blog di cucina, è costruire consapevolmente relazioni significative con altri food blogger.

Puoi iniziare a gettare le basi per queste relazioni adottando questi approcci:

  • Lascia commenti premurosi sui loro blog di cucina.
  • Condividi i loro post sui tuoi canali social.
  • Includili nei post del tuo blog di cucina (quindi invia un’e-mail per avvisarli, probabilmente lo condivideranno).
  • Invia loro proposte per fare scambi di contenuti sui tuoi blog di cucina o su Instagram e Pinterest.
  • Unisciti a community di blogger di cucina online gratuite come le bacheche di gruppo Pinterest, i gruppi di Facebook e così via.

Dopodiché… è tempo di lavorare per monetizzare il tuo blog di cucina, ma questo è un argomento completamente diverso 😊

Tuttavia, Max Benz di kochboxguru.de, un blog tedesco, sottolinea l’importanza di pensare presto alla monetizzazione. 

Lui dice che:

“Se vuoi generare entrate extra con il tuo blog di cucina, dovresti già avere un’idea di come guadagnerai soldi quando sceglila tua nicchia. Esistono diversi modi per guadagnare soldi con un blog di cucina (come l’affiliate marketing, post sponsorizzati o pubblicità). Ad esempio, se decidi di utilizzare i programmi di affiliazione, dovresti considerare di candidarti a tali programmi subito dopo aver iniziato. Altrimenti, potrebbero rifiutare la tua domanda tra un anno e la tua intera strategia di blogging non funzionerà come previsto”.

Considerazioni finali: come aprire un blog di cucina (e avere successo)

Bene, ora che abbiamo esaminato la mia guida su come creare un blog di cucina… è qui che inizia il vero divertimento.

Sia che tu voglia creare un food blog perché hai la passione per il cibo e la cucina, o forse hai un’attività nel settore alimentare e vuoi bloggare con l’obiettivo di entrare in contatto con i tuoi attuali clienti, non c’è motivo di aspettare.

Inizia a creare oggi il tuo blog di cucina e con una sana dose di duro lavoro, creatività e volontà di sperimentare, vedrai i risultati rapidamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri i miei servizi!

Dove imprenditori, freelance, creators e influencer trovano la soluzione alle proprie esigenze.

 

Ti accompagno nella creazione, lo sviluppo e la crescita del tuo business.

Dalla consulenza di web marketing strategico e operativo, allo sviluppo di siti web ed eCommerce.