Recensione Elementor 2020 + Tutorial Avanzati

Qualche anno fa se volevi creare un sito web professionale dal design super accattivante dovevi spendere migliaia se non decine di migliaia di euro e arricchire qualche designer o programmatore.

Oggi le cose sono cambiate (fortunatamente) e chiunque, davvero chiunque può dar libero sfogo alla propria creatività nel creare siti web professionali di un certo spessore.

Tutto questo è diventato possibile grazie all’ingresso di Elementor nel mercato dei page builder per WordPress.

Pensavo fosse l’ennesimo plugin difficile da utilizzare che andava ad appesantire il codice dell’intero sito web.

Ma poi ho deciso di provarlo, tutti ne parlavano bene ed ho voluto dargli una possibilità.

Non l’avessi mai fatto.

Da quel momento, non sono tornato più indietro.

Oggi Elementor è il mio ‘must have‘ quando si tratta di creare landing page di vendita e siti web professionali, motivo per cui si è meritato questa recensione completa(che ti consiglio di leggere fino alla fine) sul mio blog.

Sei pronto?

Iniziamo subito.

Cos’è Elementor

Elementor Page Builder è un generatore di pagine drag-and-drop per WordPress che ti aiuta a creare pagine bellissime attraverso un editor visuale.

E’ stato progettato per costruire in maniera semplice e veloce siti web dinamici e la sua storia è abbastanza recente.

Nasce nel 2016 e oggi conta più di 5 milioni di installazioni nella libreria di WordPress con oltre 5 mila recensioni a 5 stelle.

recensioni elementor pro wordpress directory

Il motivo del suo successo?

La sua semplicità ed efficienza nel creare siti web professionali in tempi record partendo e terminando il lavoro direttamente sul front-end, ovvero attraverso la parte visiva senza dover passare dall’editor alla modalità anteprima e soprattutto senza dover scrivere linee di codice CSS o Javascript a meno che tu non voglia raggiungere un livello di personalizzazione ancor più avanzato.

E questo lo differenzia molto anche da altri Page Builder per WordPress (Divi, WPBakery ecc.) che oltre ad essere meno intuivi, sono anche meno performanti a differenza di Elementor che ti garantisce un codice leggero e pulito su ogni pagine ed elemento del tuo sito web.

Un fattore da non sottovalutare se pensiamo alla SEO e al posizionamento sui motori di ricerca che prendono in considerazione la velocità di un sito web come fattore di ranking.

Oltre ad’essere uno strumento potentissimo per creare siti web dal design accattivante e funzionale, Elementor è uno strumento di marketing fenomenale che integra al suo interno funzioni indispensabili per chi vuole far del proprio sito o blog un vero business a 7 zeri.

Ma di questo ne parleremo nel corso dell’articolo, resta con me.

Vediamo ora come installare Elementor sul nostro sito web WordPress.

Come installare Elementor

Come qualsiasi altro strumento esterno al CMS di WordPress, anche Elementor deve essere installato per poter essere utilizzato.

Per installare Elementor ti basta andare nella tua dashboard di WordPress e seguire i seguenti passaggi.

  1. – Fai Click su “Plugin
  2. Vai su “Aggiungi nuovo
  3. Digita nella barra di ricerca “Elementor
  4. – Fai Click su “Installa Adesso” e “Attiva

Adesso che hai imparato come installare Elementor su WordPress possiamo cominciare.

Tuttavia, se stai per creare un blog o un sito web, avrai bisogno di altri elementi per far si che questo funzioni correttamente.

Ma non preoccuparti, ho previsto questa situazione ed ho creato per te delle guide specifiche che ti consiglio di leggere prima di procedere se sei alle prime armi.

Te le elenco nell’ordine in cui dovrai leggerle, ecco qui:

  1. Creare un blog di successo
  2. Installare WordPress su ServerPlan
  3. Recensione miglior hosting WordPress
  4. Scegliere il miglior tema WordPress
  5. Recensione miglior tema WordPress

Un vero e proprio “manuale” che ti guiderà nella creazione di un blog o sito web passo dopo passo.

Appena hai finito torna qui, ti aspetto.

Bene, ora che ci sei scendiamo in profondità e vediamo insieme quali strumenti e funzioni ci mette a disposizione Elementor.

Strumenti e Funzioni

La maggior parte dei contenuti non si cimenta nel punto saliente del contenuto, evitando di parlare di come funziona Elementor e soprattutto di come usare Elementor WordPress Pagebuilder a pieno.

Fortunatamente tu sei nel posto giusto, in questa sezione andremo ad approfondire proprio questo argomento, tieniti forte.

Ah, quasi dimenticavo, presta attenzione. Potresti trovare gli ‘Elementor tutorials’ nascosti tra i paragrafi.

Theme Builder

Il Theme Builder di Elementor ti permette di creare e gestire tutte le pagine e gli elementi del tuo sito web compresi header, footer, template delle pagine e template degli articoli.

elementor theme builder

Con questo strumento puoi tenere sotto controllo visivamente l’intera struttura del tuo sito web, capire cosa aggiungere o modificare nel caso sia necessario e quale template applicare per una determinata sezione del tuo sito web.

Editor Drag & Drop

La vera potenza di Elementor si concentra nel suo editor drag-and-drop visuale con il quale puoi modificiare e modellare a tuo piacimento le pagine del tuo sito web in tempo reale senza doverti preoccupare dei lenti e noiosi processi di codifica.

elementor editor drag e drop

Vediamo insieme questo potente strumento e cerchiamo di andare in profondità analizzando ogni sua singola funzione in maniera estremamente dettagliata.

Interfaccia Editor Drag & Drop

Ogni volta che andremo a creare una pagina con Elementor o semplicemente a modificarne il contenuto ci ritroveremo davanti a quella che è la sua interfaccia di creazione siti web come puoi vedere nell’immagine qui sotto.

interfaccia editor elementor page builder

Ma cerchiamo di capire come funziona più nel dettaglio e a cosa servono tutti quei pulsanti.

funzioni editor elementor

In sequenza abbiamo:

  1. Menù principale
  2. Tavola dei widget
  3. Impostazioni pagina
  4. Navigatore
  5. Cronologia
  6. Modalità responsive
  7. Modalità anteprima

Vediamole una per una.

1. Menù principale

All’interno del menù principale di Elementor abbiamo sotto tiro tutte le funzioni che da subito vanno impostate per lavorare in maniera veloce e coincisa.

menu principale elementor
Site Setting

Il Site Setting è il sistema di progettazione del design e layout del tuo sito web che ti permette di impostare tutti gli aspetti visivi senza doverti preoccupare ogni volta di dover andare a modificare colori, font e dimensioni.

site setting elementor

Questi una volta impostati rimarranno coerenti per tutti gli elementi del tuo sito web facendoti risparmiare tempo e mantenendo l’identà del brand uniforme e coerente.

Theme Builder

Il pulsante Theme Builder ti permette di accedere alla schermata di gestione del tuo intero sito web e visionare o modificare elementi e pagine.

User Preferences

Tramite questa funzione potrai selezionare quelle che sono le tue preferenze di utilizzo del plugin Elementor.

user preferences elementor

Ad’esempio potrai scegliere se attivare la Dark Mode o continuare ad utilizzare il tema chiaro che Elementor ha di base e tante altre cose carine ma non essenziali che possono renderti più comfortevole la progettazione o la modifica del tuo blog o sito web.

Finder

Il Finder è uno strumento utile che ci permette di navigare e rintracciare velocemente gli elementi di cui abbiamo bisogno dentro WordPress e al plugin.

elementor finder
Visualizza Pagina

Cliccando su visualizza pagina, elementor ti reindirizzerà alla pagina che che stai modificando senza però mostrarti il l’anterpima del lavoro che stai facendo.

Ritorna alla bacheca

Questa funzione ti reindirizza alla dashboard WordPress del tuo sito web.

2. Tavola dei widget

La tavola dei widget è il secondo elemento che possiamo vedere d’impatto sull’interfaccia di Elementor ogni qualvolta andiamo a creare o modificare una nuova pagina.

Con molta probabilità è il pannello che ti troverai ad utilizzare più spesso in quanto racchiude tutti gli elementi (+90 widget) per creare pagine intere senza dover ricorrere a plugin esterni.

Elementor widget

I widget sono suddivisi in 7 sezioni principali:

  1. Base 
  2. Pro
  3. Generale
  4. Sito
  5. Singolo
  6. WooCommerce
  7. WordPress

E queste possono aumentare nel caso in cui decidiamo di acquistare estensioni esterne al plugin principale.

Ogni sezione racchiude quelli che sono gli elementi per creare pagine e contenuti di qualsiasi genere, ma non tutte sono accessibili con la versione di Elementor Free.

Ma non preoccuparti, ne parleremo più avanti.

Ora vorrei concentrarmi un attimo sulle altre due sezioni che possiamo trovare all’interno alla tavola dei widget:

  • Globale
  • SEO

Anche se leggermente nascoste quando andiamo a lavorare nella tavola dei widget, queste due sezioni sono estremamente importanti e possono renderti la vita da creatore di siti web più leggera, vediamo perchè e a cosa servono.

elementor SEO
Globale

In questa sezione potrai trovare quelli che sono i widget globali che puoi pre-costruire per inserirli all’interno di ogni pagina o contenuto del tuo blog o sito web.

Quando un widget globale viene modificato, tutte le modifiche apportate verranno visualizzate dove quest’ultimo è stato inserito.

Ciò ci semplifica di molto il lavoro nel caso in cui dobbiamo utilizzare elementi uguali su più pagine o contenuti del nostro sito.

Se ti stai chiedendo come creare un widget globale ti basta fare tasto desto sul widget creato che vuoi riutilizzare e fare click su ‘Salva come globale’.

Elementor global widget

Passiamo ora alla terza sezione della nostra tavola dei widget.

SEO

Grazie all’integrazione con Rank Math, a parer mio il miglior plugin SEO per WordPress in questa finestra puoi ottenere suggerimenti sulla SEO della tua pagina o articolo, modificare il meta snippet e configurare lo schema markup.

Ma non solo dalla schermata SEO puoi gestire anche l’immagine da mostrare in caso di condivisione sui social, impostare la Main Keyword e verificare eventuali errori lato SEO della pagina o articolo.

Che dire, avere a disposizione all’interno di Elementor un plugin per la SEO come Rank Math può non solo velocizzare tutti quelli che sono i processi di ottimizzazione On-Page e tenerli a portata di click, ma da la possibilità a chi è alle prime armi in questo campo di non commettere errori e di partire con il piede giusto.

3. Impostazioni Pagina

In questa sezione puoi tenere sotto controllo quelle che sono le proprietà di base della pagina che stai creando o modificando.

Puoi facilmente visionare e modificare all’occorrenza il titolo, lo stato di pubblicazione, l’immagine in evidenza ed’ il layout della pagina.

Ma non solo, puoi anche decidere se mostrare o meno il titolo inserito nella pagina.

4. Navigatore

Il navigatore è uno strumento interessante soprattutto se stai lavorando a progetti complessi o sei alle prime armi.

Infatti, questa funzione ti permette di spostarti da un elemento all’altro della pagina con un solo click.

navigatore elementor

Devi sapere ( se sei alle prime armi e non conosci praticamente nulla di html e CSS ) che le pagine web sono composte da codice e funzionano come delle scatole dentro alle quali non adrai a metterci le scarpe, bensi altre scatole (sezioni) e ancora altre scatole (elementi/widget).

Puoi inoltre rinominare le sezioni e gli elementi così ottenere una navigazione migliore tra i vari widget.

Interessante, ma sopratutto UTILE.

5.Cronologia

Ogni volta che mi trovavo a creare un blog con WordPress per qualche cliente mi facevo sempre una croce.

Questo perché in pochissimi utilizzavano Elementor come page builder per il loro sito web e se sbagliavi qualcosa o il cursore del mouse si spostava di mezzo millimetro ed il tuo indice era già lì, pronto per quel click di modifica, erano cavoli amari.

Indietro non si torna, una bellissima frase fatta che andrebbe bene per tutti quei page builder WordPress che non dispongono dell funzione Cronologia.

Fortunatamente Elementor ha preferito mettersi in gioco e con questa splendida funzione puoi tornare all’azione precedente in qualunque momento.

cronologia elementor

Che sia stato un errore o semplicemente vuoi rimuovere quell’elemento, con la funzione cronologia puoi.

6. Modalità responsive

Secondo Statcounter il 51.33% del traffico totale proviene da smartphone.

Questo dovrebbe farci riflettere quando, come dovrebbe farci riflettere il fatto che Google abbia ufficializzato che i siti web che si posizioneranno nelle prime posizioni sul motore di ricerca non saranno solamente più quelli capaci di generare maggior valore con i propri contenuti (ovviamente) ma anche quelli capaci di mettere l’esperienze dell’utente al centro.

Quindi, mobile first.

E’ la parola d’ordine al giorno d’oggi se vuoi posizionarti in alto su Google.

Fortuna che Elementor ci aveva pensato già da un pò, ancor prima del comunicato ufficiale di Google.

Infatti, grazie alla modalità responsive puoi vedere in tempo reale come appare il tuo sito web sui vari dispositivi: mobile, tablet e desktop.

Questo ti da un potenziale incredibile in quanto, puoi deliberatamente scegliere come debba apparire il tuo sito o blog sullo schermo di ogni tipologia di disposito.

Con Elementor è possibile apportare modifiche su ogni elemento per qualsiasi dispositivo utilizzando il selettore vicino ai vari slider.

elementor responsive

Questo ti permette di modificare determinati criteri del widget utilizzato solo per un determinato dispositivo.

Che bomba..

Continuiamo.

7. Modalità anteprima

Ultima ma non meno importante è la funzione di anteprima che se usata ti permette di vedere in tempo reale la pagina che stai modificando con gli elementi aggiunti e di conseguenza capire cosa c’è che può essere migliorato o modificato.

Popup Builder

Se ti stai dimenando nel trovare un software o plugin esterno per poter creare popup da implementare poi sul tuo sito web, lascia perdere.

La maggior parte dei software di terze parti andrebbe soltanto ad appesantire quello che è un sistema già complesso di suo.

Elementor, essendo un page builder all-in-one ti permette di creare qualsiasi tipo di popup grazie al suo Popup Builder.

popup builder elementor pro

Ogni popup che andrai a creare può essere utilizzato come vero e proprio strumento di marketing.

Puoi ad’esempio creare Lead Capture intelligenti per catturare le email dei tuoi visitatori, o semplicemente un invito ad’iscriversi alla tua newsletter.

Ma non solo, puoi creare dei login popup andando ad inserire il widget login, creare annunci di vendita, promuovere downsell o upsell, fare annunci o evitare che un numero di persone abbandoni il tuo sito.

Come ?

Rifilandogli un bel popup che lo invogli a rimanere proprio nel momento in cui il suo unico intento era abbandonare il tuo sito web o blog.

Inoltre, grazie al targeting avanzato puoi scegliere le condizioni, i trigger e le regole avanzate che andranno a far comparire i popup.

popup builder elementor impostazioni

Figo eh? 

Integrazioni

Una delle funzioni più importanti se vuoi utilizzare il tuo sito web o blog come strumento di marketing è sicuramente la possibilità di poter collegare direttamente quelli che sono gli strumenti essenziali con gli elementi del sito.

Con Elementor hai la fortuna di poterlo fare in quanto è perfettamente integrabile con strumenti di email marketing come ActiveCampaign, MailerLite, ConvertKit, Mailchimp, GetResponse, Campaign Monitor e Drip.

E non solo.

integrazioni elementor pro

Puoi collegare il tuo sito web a oltre 1000+ strumenti di marketing e farli comunicare tra di loro tramite Zapier, ma non è finita qui.

Con le integrazioni a Facebook SDK, Discord e Slack puoi gestire i commenti ricevuti sotto i tuoi articoli direttamente dal tuo blog.

Ma puoi anche personalizzare i font del tuo sito grazie all’integrazione con Adobe TypeKit, ed utilizzare icone personalizzate con Font Awesome 5 e Custom Icon Libraries.

Per non parlare del fatto che puoi rendere il tuo sito web più sicuro integrando il ReCaptcha V3 sui tuoi form.

E che dire dell’integrazione di Elementor con HubSpot, una vera chicca se utilizzi questo tool per gestire le vendite e fare inbound marketing.

Hello Theme

Nonostante Elementor funzioni perfettamente con qualsiasi template per WordPress, hanno deciso di svilupparne uno personale e che puoi scaricare gratuitamente.

Hello Theme, così si chiama il tema sviluppato da Elementor , è la scelta giusta se vuoi avere una base solida e veloce sulla quale utilizzare Elementor.

template elementor hello theme

Io personalmente non lo utilizzo in quanto reputo Genesis Framework ( il più utilizzato al mondo dai blogger di successo ) ancora più funzionale e veloce del tema di casa Elementor.

Ma tu puoi scegliere in base a quelle che sono le tue necessità, comunque sia ti lascio qui il mio aricolo ai migliori temi WordPress.

Come installare Hello Theme

Puoi installare il template di Elmentor in 4 semplici passaggi: 

  1. Vai alla tua dashboard di WordPress
  2. Clicca su Aspetto -> Temi
  3. Aggiungi nuovo
  4. Ricerca Hello Theme‘ -> Installa -> Attiva

Tutto molto facile.

Elementor Pro

Fino ad ora abbiamo visto quelle che sono le funzioni e gli strumenti più importanti di Elementor, ma non è tutto oro quel che luccica.

Sebbene Elementor sia un page builder gratuito, ha anche la sua versione Pro, ovvero la versione a pagamento con la quale potrai accedere a tutte le funzioni avanzate di cui dispone e creare un blog o sito web che ‘spacchi’ sotto ogni punto di vista.

Mettiamo le due versioni a confronto e vediamo di cosa possiamo usufruire e quali sono i sostanziali vantaggi che la versione Pro ci farà ottenere.

Elementor Free vs Elementor Pro

Con la versione gratis di Elementor puoi fare molto, in quanto ti permette di utilizzare l’interfaccia visiva drag-and-drop per progettare creare pagine, post e altre tipologie di contenuto.

Ciò significa che potrai comunque creare pagine con layout personalizzati e a più colonne.

Inoltre, con Elementor puoi mantenere univoco il design per tutto il sito web anche grazie alla funzione che ti permette di creare e salvare template di pagina riutilizzabili così da evitare di sprecare tempo nella creazione di elementi uguali.

Con Elementor Free, hai anche accesso a circa 30 template precostruiti che puoi utilizzare per la creazione del tuo blog o sito web.

Questi template pronti all’uso ti permettono di avere una base modificabile per l’intero blog o sito web e, ti consentono di aggiungere funzioni che per essere utilizzate senza Elementor richiederebbo il download di plugin esterni.

Queste funzioni aggiuntive ti danno la possibilità di inserire pulsanti, mappe Google, caroselli di immagini, icone social media e addirittura schede espandibili, tutto andando a inserire un semplice elemento nell’editor visivo.

Questo però è poco o nulla a confronto di quello che potresti fare con Elementor Pro.

Infatti abbiamo visto nel corso dell’articolo che ci sono funzioni estremamente avanzate che oltre a potenziare il tuo sito web sotto il punto di vista di design e marketing, ti permettono di risparmiare una mole di tempo enorme nel creare blog, siti web o negozi online.

Difatti con Elementor Pro oltre ad avere tutte le funzioni e gli strumenti presenti in Elementor Free potrai utilizzare:

  • Theme Builder -> per creare e personalizzare ogni signolo elemento e pagina del tuo tema con header, footer, archivi, pagine post personalizzate ecc.. senza dover mettere mano a nessun tipo di codice.
  • Form Widget -> con il quale raccogliere lead, richieste di contatto e richieste di preventivo; il tutto collegato al tuo software di email marketing o CRM.
  • 300+ Template pronti all’uso per creare blog, siti web ed e-commerce
  • Popup Builder -> per creare popup e raccogliere lead, proporre offerte e ridurre il bounce.

E questi sono solo alcuni degli strumenti e funzionalità che puoi ottenere acquistando la licenza di Elementor Pro, puoi vedere la comparazione completa tra la versione Free e Pro sul sito ufficiale di Elementor.

Quanto costa Elementor Pro – Piani e prezzi

C’è sicuramente una domanda che ti stai ponendo in questo momento.

“Cristian, ma quanto costa Elemento Pro?”

Beh, per quello che potresti farci costa veramente poco.

Attualmente Elementor Pro ha 3 piani, e sono i seguenti.

  • Personal – 49$ all’anno
  • Plus – 99$ all’anno
  • Expert – 199$ all’anno

Tutti e 3 i piani danno accesso alle funzioni e strumenti avanzati di cui abbiamo parlato e che puoi approfondire qui, l’unica differenza tra questi 3 piani è il numero di siti sul quale puoi utilizzare Elementor Pro.

Il piano personal ti permette di utilizzare la licenza Pro su un singolo sito, quella Plus su tre progetti e la versione Expert di Elementor ti permette di poterla utilizzare su 1000 siti diversi.

Inoltre, grazie alla garanzia soddisfatti o rimborsati puoi tranquillamente provare Elementor Pro e nel caso in cui non soddisfi le tue esigenze puoi, entro 30 giorni, richiedere il rimborso completo per il piano da te acquistato.

Come installare Elementor Pro

Per poter iniziare ad utilizzare Elementor Pro, con tutte le sue caratteristiche e funzione più avanzate dovrai innanzitutto acquistare una licenza e puoi farlo da questo link qui o dal pulsante qui sotto.

Una volta acquistata la tua licenza Pro segui i seguenti passaggi:

  1. Vai su my.elementor.com
  2. Effettua il login con le credenziali ricevute via email
  3. Scarica il plugin Elementor Pro nella sezione ‘My Account
  4. Vai alla tua dashboard di WordPress e clicca su Plugin -> Aggiungi nuovo
  5. Seleziona il file .zip che hai scaricato in precedenza, clicca su installa e poi su attiva.

Grande! Hai installato il plugin di Elementor Pro, ora però ti tocca attivare la licenza, ecco come fare.

  1. Vai alla tua dashboard di WordPress e clicca su Elementor -> Licenza
  2. Premi su ‘Connetti & Attiva’

A questo punto verrai reinderizzato al tuo account Elementor e ti basterà premere sul pulsantino verde: ATTIVA

Fine, ci è voluto un attimo.

Vediamo adesso qualche altra cosa interessante riguardo questo magnifico strumento.

Seguimi.

L’ecosistema di Elementor

In questa porzione di articolo andremo a vedere i Plus che rendono Elementor il miglior page builder per WordPress presente sul mercato.

Tutorial Video

Se sei alle prime armi, se stai iniziando a creare un blog per la prima volta o stai per lanciare un e-commerce e non sai come sfruttare tutte le potenzialità che Elementor mette a disposizione, non preoccuparti.

Elementor ha aperto un canale YouTube dove puoi trovare tutorial video su come utilizzare gli strumenti che mette a disposizione.

Inoltre, migliaia di creators hanno creato video estremamente pratici dove mostrano come usare Elementor.

Assistenza Premium 24/24 – 7/7 (Pro)

Acquisire un nuovo cliente costa 7 volte in più rispetto a mantenerne uno.

E questo Elementor lo ha capito, motivo per il quale mette a disposizione un servizio di assistenza premium per tutti coloro che hanno acquistato una licenza.

Fantastico.. puoi contattarli aprendo un ticket in qualsiasi momento e nel giro di poco tempo saranno lì, pronti a risolvere tutti i tuoi problemi.

Te lo posso garantire, essendo stato anch’io un novellino del web inizialmente ero spesso in contatto con loro per cercare di risolvere problemi o semplicemente per chiedere qualche spiegazione e non mi sono mai pentito di averli scelti.

Voto 10 e lode per l’assistenza.

Tradotto in Italiano

Un’altra caratteristica interessante per te che magari non mastichi bene l’inglese è che Elementor è completamente tradotto in italiano.

Elementor Blog

Oltre ai video tutorial, Elementor mette a disposizione delle guide testuali per imparare o semplicemente per migliorare le proprie abilità da sviluppatore di siti web.

Ma non è tutto, sul loro blog trovi anche guide, tips e news su marketing, business, wordpress e design.

Community

78.000.

E’ il numero di persone presenti nella community creata da Elementor su Facebook che si aiutano giorno dopo nel migliorare i propri progetti, ricevere feedback e consigli sull’uso del tool.

Newsletter

Ogni settimana Elementor invia una Newsletter di aggiornamento sui progressi e le novità in arrivo per mantenerti informato degli sviluppi di nuove funzioni che forse potrebbero interessarti.

E non solo, di tanto in tanto arrivano anche riflessioni interessanti sui trend e su come poter migliorare il proprio progetto.

Estensioni e Add-on

Essendo Elementor un software open-source, centinaia di sviluppatori hanno contribuito a migliorare quello che è uno strumento super completo di per sè.

Difatti centinaia di plugin ggiuntivi sono stati creati nel corso degli anni utilizzando le API ufficiali messe a disposizione da Elementor.

Te ne voglio segnalare alcuni che secondo me meritano di essere conosciuti ed utilizzati nel momento del bisogno per potenziare i propri progetti web

1. CrocoBlock

Crocoblock è a parer mio e di altre 260 persone che lo hanno recensito a 5 stelle su Trustpilot, la migliore azienda a fornire estensioni e plugin per Elementor.

Con ben 18 plugin aggiuntivi, 150 widget, e template pronti all’uso ti permette di rendere il tuo sito web, blog o shop online unico nel suo genere e con con caratteristiche ancor più avanzate di quelle che potresti ottenere con Elementor Pro.

2. Envato Elements

Envato Elements è un portale dove puoi trovare una vasta scelta di elementi, widget, plugin e template da usare in combinazione con Elementor per velocizzare i tempi di realizzazione di un sito.

Conclusioni

In questo articolo, hai capito Elementor cos’è e quali che sono le sue funzioni andando a scavare in profondità, evidenziando gli strumenti principali che lo rendono il miglior page builder per WordPress.

Avendolo utilizzato per anni, è diventato lo strumento essenziale e insostituibile quando mi ritrovo a creare landing page, siti web e shop online.

Non lo sostituirei mai con nessun altro builder anche perchè tra le decine di widget, template, integrazioni e estensioni di terze parti, è impossibile trovare di meglio.

Il mio consiglio è quello di iniziare con il piede giusto e senza starci a pensare troppo (potresti perdere la testa) acquistare la licenza per ottenere Elementor Pro fin da subito.

Questo perché riusciresti a fare del tuo sito fin da subito uno strumento di marketing grazie alla possibilità di utilizzare il form con tutte le sue integrazioni, il popup per creare offerte di vendita allettanti e potresti inoltre creare landing page con animazioni avanzate, posizionamento personalizzato e CSS customizzabile.

E per quel che costa…

Ascoltami, ne vale la pena.

E tu cosa ne pensi di Elementor? Lo utilizzi già? Conosci alternative migliori?

Fammelo sapere qui sotto, nei commenti.

A presto,

Cristian.

CONDIVIDI IL POST:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Articoli correlati

Tutti i post ——>

Iscriviti alla nostra community!

Dentro troverai imprenditori, freelance, creators e influencer.

 

Stiamo creando la più grande community di marketers, imprenditori, creators e influencer italiana.
Tutto nasce con la voglia di fornire gratuitamente gli strumenti per permettere a chiunque di creare il proprio business digitale.