fbpx
Come pubblicizzare un blog

Come pubblicizzare un blog: 12 modi comprovati per promuovere un blog (e ottenere oltre 47.863 lettori/mese)

Anche se sarò il primo a dirti che la creazione di contenuti utili e di grande impatto è la spina dorsale più importante di un blog di successo, la cattiva notizia è che anche se i tuoi contenuti sono davvero i migliori nella tua nicchia, non reggeranno mai una possibilità di raggiungere i tuoi lettori ideali… se non impari a promuovere il tuo blog e ad arrivare prima a quei lettori.

In breve, se i tuoi lettori non tornano regolarmente sul tuo blog stai urlando in una stanza vuota.

La verità è che molti blogger semplicemente si arrendono poco dopo aver iniziato a creare un blog, perché non vedono rapidamente i risultati che desiderano. 

Tuttavia, è importante iniziare con aspettative realistiche. 

Il blog non è un business con cui puoi arricchirti rapidamente. 

Ci vuole tempo, lavoro coerente e la volontà di sperimentare modi comprovati per promuovere i tuoi contenuti.

Abbiamo stabilito che prima che tu possa guadagnare con un blog, dovrai avere un flusso costante di visitatori in arrivo.

Se hai già un talento per scrivere contenuti utili, il passo successivo è attingere ai giusti canali promozionali che possono portare lettori al tuo blog.

Per aiutarti a fare esattamente questo, ecco i miei modi più efficaci e comprovati per promuovere il tuo blog e far crescere i tuoi lettori (più velocemente) nel 2022.

Come pubblicizzare il tuo blog nel 2022 (12 modi per ottenere più di 584.863 lettori/mese)

Tabella dei Contenuti

1. Ottimizza la SEO del tuo blog per le classifiche di Google

L’avrai sentito dire più e più volte.

Il tuo blog deve essere pronto per la SEO . 

Ma cosa significa esattamente “pronto per la SEO” nel contesto della pubblicizzazione del tuo blog e come puoi effettivamente raggiungere la supremazia SEO in un mondo così competitivo?

  • Significa provare a utilizzare la parola chiave target in ogni altra frase, nota come keyword stuffing?
  • O significa scrivere contenuti che non ti interessano personalmente… solo per posizionarti per ottimi termini e generare traffico?

La risposta a entrambe queste domande è no.

Riempire il tuo contenuto con le parole chiave non ti aiuta a posizionarti più in alto e rende la tua scrittura non sincera. 

Scrivere di cose che non ti interessano (per il gusto di ottenere un “buon” posizionamento delle parole chiave), ti farà sentire rapidamente esaurito.

Non vorrai continuare a lavorare su qualcosa che non ti interessa personalmente, soprattutto perché non è probabile che tu veda risultati immediati che promuovono quel contenuto del blog.

Detto questo, posizionarsi in alto nei risultati di ricerca più significativi all’interno della nicchia del tuo blog su Google, è ancora la fonte più tangibile di traffico in corso (alto volume).

I post sui social media possono diventare incredibilmente virali, ma alla fine scompaiono, mentre un buon posizionamento organico può fornire un flusso costante di traffico che continuerà a inviare lettori direttamente al tuo blog.

Quindi quali sono alcune delle migliori pratiche SEO che puoi utilizzare per ottenere buoni risultati?

Ecco un rapido elenco per aiutarti a iniziare, ma per una guida più completa sull’esecuzione di una strategia SEO intelligente per il tuo blog, dai un’occhiata alle mie 10 strategie SEO per blog per ottenere oltre 584.958 lettori ogni mese .

Fai ricerche efficaci sulle parole chiave

Il primo passo per ottimizzare correttamente la SEO del tuo blog è imparare a fare la ricerca di parole chiave.

La ricerca per parole chiave è il processo per trovare le parole o le frasi giuste che il tuo pubblico di destinazione sta già cercando su Google e su altri motori di ricerca.

Pertanto, se riesci a creare ottimi contenuti che si posizionano in alto per quelle query di ricerca comprovate, sarai in grado di portare quei lettori al tuo blog. 

Ecco perché lavorare sulla SEO è senza dubbio il modo migliore e più sostenibile a lungo termine per promuovere il tuo blog.

Ora, se sei ancora relativamente nuovo nel mondo dei blog, sarà difficile competere immediatamente sui termini di ricerca più ricercati. 

Ti consiglio quindi di darti uno slancio iniziale trovando parole chiave che hanno queste tre caratteristiche:

  • Difficoltà bassa
  • Volume medio-alto
  • Tasso di clic medio-alto

In altre parole, devi cercare parole chiave che un numero considerevole di persone cerca sulle queli non ci sono molti contenuti.

Questo sarà il modo più semplice per classificare rapidamente le parole chiave che possono effettivamente spostare l’ago nell’aiutarti a promuovere il tuo blog (e attirare lettori reali).

Tuttavia, la ricerca di queste parole chiave non significa che dovresti rinunciare alle tue idee o ai tuoi interessi per il tuo blog. 

Significa semplicemente identificare le giuste idee per i post del blog che possono allinearsi con (1) ciò di cui si desidera scrivere e (2) ciò che le altre persone vogliono leggere.

Fare ricerche per parole chiave con uno strumento gratuito come Twinword Ideas ti mostrerà anche esattamente come formulare le cose nel modo in cui le persone le stanno cercando, dandoti così un modo molto chiaro per creare i tuoi titoli e posizionare i tuoi contenuti.

Target di parole chiave a coda lunga e media

Quando Google è stato lanciato per la prima volta e il blog era ancora abbastanza nuovo, un blogger poteva scegliere come target praticamente qualsiasi parola chiave e aspettarsi di posizionarsi per questo. Oggi è estremamente difficile classificare per una parola chiave di una sola parola.

 Ti mostrerò perché…

Sono andato su Google e ho digitato la parola “blog” per questo esempio. 

Ho messo le virgolette intorno alla parola, per ottenere solamente i risultati di questa specifica parola.

Blog Risultati di ricerca di Google ed esempio nella promozione dei tuoi contenuti

Google mostra che ci sono oltre 6 miliardi di risultati di ricerca per la parola “blog”. Ora, vediamo cosa succede se uso una frase più specifica come “ migliori libri sul business ”…

Schermata dei risultati di ricerca di Google  con posizionamento organico del mio blog

Ehi, sono io! 

Anche se ci sono ancora molti risultati (2.300+), sono significativamente meno di 6 miliardi, e quindi una keyword per la quale c’è una possibilità molto più realistica per provare a posizionarsi.

Espandere la tua parola chiave in una frase più lunga che ha un intento di ricerca più chiaro dietro di essa, ti darà maggiori possibilità di posizionarti in un posto significativo all’interno dei risultati di ricerca organici.

Questa è chiamata parole chiave a coda lunga o media e puoi restringere la tua attenzione quanto vuoi. Più ristretti saranno i tuoi contenuti (pur avendo abbastanza appeal per attirare un numero significativo di lettori), più è probabile che sarai in grado di classificarli rapidamente.

E mentre ci sono letteralmente centinaia di diversi strumenti di ricerca di parole chiave là fuori, che vanno da offerte premium a pagamento come SEOZoom e SEMRush per blogger avanzati, consiglio sempre di iniziare con uno strumento gratuito come Twinword Ideas che ti consentirà di iniziare con dati di ricerca di parole chiave altamente fruibili e indicarti la giusta direzione per le frasi chiave sulle quali basare i tuoi contenuti.

Assicurati di avere a che fare con la tua SEO on-page

Dopo aver creato un elenco ristretto delle principali frasi chiave a coda media e lunga di cui dovresti scrivere un blog, puoi iniziare il processo di scrittura.

Ricorda che riempire il contenuto di parole chiave non è mai una buona idea, ma dovresti intrecciare con gusto e contestualmente la tua frase chiave in tutto il tuo post sul blog quando c’è un’opportunità naturale per farlo. 

Tieni presente che uno dei principali fattori che Google utilizza per determinare di  cosa tratta un post o una pagina è la frase chiave più utilizzata.

La chiave, tuttavia, è far leggere i tuoi contenuti nel modo più naturale possibile, come se stessi parlando direttamente a un lettore. 

È anche incredibilmente importante scrivere un titolo che includa le tue parole chiave e intrecciarle nei sottotitoli in tutto il contenuto (puoi utilizzare questa guida come caso di studio in termini di corretta formattazione SEO on-page).

Infine, non trascurare il potere di scegliere il tema WordPress giusto (leggero) per potenziare il tuo blog anche in modo SEO-friendly.

Il tuo tema può influire su qualsiasi cosa, dal layout del blog predefinito , al tempo di caricamento della pagina, all’aspetto visivo dei tuoi contenuti sui dispositivi mobili e altro ancora, quindi è una decisione da prendere con attenzione.

2. Ricerca i tuoi competitor

Prima di iniziare a promuovere pesantemente il tuo blog, poniti questa domanda… cosa offre il tuo blog che gli altri non offrono?

Come trovare i competitor e pubblicizzare un blog

Se non lo hai già fatto, ora è un momento intelligente per scavare a fondo e capire come si posizionano gli altri migliori blog nella tua nicchia.

Prendi nota degli argomenti che trattano nei loro articoli ed esamina come si stanno avvicinando al loro formato di contenuto per le diverse categorie di tipi di post del blog.

Quando effettui l’analisi della concorrenza , cerca di rispondere a queste domande:

  • Si può definire su cosa stanno lavorano e su cosa no i migliori blog della tua nicchia?
  • In confronto, cosa può aggiungere il tuo blog in modo tale da essere il migliore al mondo?
  • Quali informazioni, abilità o punti di forza hai che sono diverse dagli altri?
  • Qual è una nuova prospettiva che puoi affrontare su un argomento altrimenti saturo su cui scrivere un blog?
  • Ci sono lacune negli argomenti che puoi identificare in cui i lettori bramano di più?

Un modo per posizionarsi bene su Google è scrivere di qualcosa di cui gli altri non stanno ancora scrivendo. Quali sono alcuni argomenti che ti interessa trattare (che il tuo pubblico probabilmente desidererà) dove c’è una lacuna nel mercato online in questo momento?

Avrai ancora voglia di scrivere su argomenti comprovati che le persone stanno già digitando nei motori di ricerca, ma è proprio qui che entrano in gioco le parole chiave a “bassa concorrenza”.

Modi intelligenti per promuovere il tuo blog creando contenuti che si distinguano dalla concorrenza

Se stai scrivendo di qualcosa che è già stato trattato molte volte in precedenza (alta concorrenza), pensa a come puoi creare una versione straordinaria degli articoli che già esistono online.

  • Quali punti essenziali tralasciano gli altri articoli presenti che puoi colmare?
  • Forse altri blog hanno informazioni decenti, ma la loro grafica e le immagini sono di scarsa qualità?
  • Potresti filmare un tutorial video dettagliato per accompagnare il tuo post (e insegnare in un mezzo di contenuto più fruibile)?
  • Scrivere un post sul blog 10 volte più approfondito della concorrenza sarebbe più utile per i lettori?
  • Forse c’è una combinazione vincente di queste tattiche che puoi impiegare?

L’idea principale è che gli obiettivi del tuo blog debbano essere incentrati sulla creazione di contenuti che aggiungano un reale vantaggio alle persone che cercano risposte su Internet.

Se sei in grado di farlo in modo coerente, stai essenzialmente gettando le basi per un blog che si promuove (avendo contenuti incredibilmente utili).

Pensala in questo modo: se quasi tutti coloro che leggono i tuoi contenuti si sentono obbligati a condividerli con le proprie reti, il tuo blog avrà maggiori possibilità di essere condiviso viralmente sulle piattaforme di social media, oltre a posizionarsi più in alto nei risultati di ricerca organici per le frasi chiave di destinazione.

3. Impara come promuovere il tuo blog al tuo pubblico di destinazione

La maggior parte dei blogger inizia senza sapere veramente chi sia il loro pubblico di destinazione, il che rappresenta una sfida se stai cercando di fare un tuffo nella tua nicchia e diventare una risorsa ben considerata per le persone.

come identificare il pubblico ideale del tuo blog (target audience)

Fino a quando non inizi a pubblicare contenuti e a raggiungere le community online, è probabile che non saprai chi sarà più interessato a connettersi con te (e con i contenuti del tuo blog).

Ci vuole tempo per capire veramente chi è il tuo pubblico e a cosa è interessato. Una volta che sei in grado di capirlo, diventa molto più facile promuovere direttamente a loro, e quindi concentrarti esclusivamente sui canali di promozione che mettono i tuoi contenuti di fronte al tuo pubblico, evitando quelli che non sono interessati ai tuoi contenuti.

Ecco alcune attività per aiutarti a determinare per chi stai veramente scrivendo e come fargli scoprire (e interessare) i contenuti del tuo blog.

Chi è il tuo pubblico di riferimento?

Se sei ancora relativamente nuovo nel blogging, potresti non avere ancora idea di quale sia la tua target audience, e va bene. 

Se questo è il caso, però puoi immaginare quali sono i desideri delle persone interessate ai tuoi contenuti.

Poniti domande come:

  • Cosa pensi che piacerà a quelle persone del tuo blog?
  • Come puoi usare i tuoi punti di forza e le tue esperienze uniche per aiutarli?
  • Cosa stai dando loro che li convincerà a ritornare?

Queste sono sono le attività che dovresti svolgere anche durante il processo di creazione di un business plan per blog .

Molti blogger per la prima volta cercano di attirare chiunque sui loro blog. 

Anche se può darti dei guadagni a breve termine, questo approccio è in definitiva inefficace e ti farà sentire troppo scarno o confuso su quali argomenti del blog dovresti perseguire dopo.

Tuttavia, è necessaria una certa sperimentazione per iniziare a promuovere il tuo blog e ad attirare qualsiasi tipo di pubblico.

Man mano che il tuo blog continua a crescere, puoi fare affidamento su strumenti di analisi gratuiti come Google Analytics che ti danno una visione ultra chiara di chi sta visitando il tuo blog, esattamente da dove vengono, le parole chiave che stanno cercando e cosa stanno facendo sul tuo sito. 

Puoi anche utilizzare i commenti lasciati sul tuo blog e sui tuoi account di social media, per saperne di più su chi è interessato a quello che stai facendo.

Dove trascorre il tempo la tua target audience (online)?

Una volta che inizi a comprendere la target audience del tuo blog, inizia a pensare a chi sono veramente e a dove trascorrono il loro tempo online.

Consiglio sempre di pensare ai tuoi lettori target in termini di dati demografici e psicografici che li definiscono:

  • Demografia:  i tratti quantitativi dei tuoi lettori. Come età, sesso, posizione, titolo professionale.
  • Psicografia:  tratti meno misurabili come valori, interessi, atteggiamenti e sistemi di credenze.

Utilizzando questa comprensione di base, fai un ulteriore passo avanti e poniti domande come:

  • C’è una particolare app di social media che la tua fascia demografica preferisce?
  • Su quali altri siti Web o forum pensi che trascorrano del tempo?
  • Leggono pubblicazioni importanti, riviste di settore o altri blog?

Quando inizi a formulare le tue idee sui contenuti in termini di risposta a queste domande prima di approfondire il processo di scrittura, diventa più facile promuovere i post dopo che sono stati pubblicati, perché hanno già una strategia di promozione inserita nell’equazione.

Ad esempio, se stai scrivendo un blog sul giardinaggio o sull’agricoltura, probabilmente non avrai bisogno di dedicare molto tempo alla promozione del tuo blog su LinkedIn.

Allo stesso modo, se stai avviando un nuovo blog tecnologico, potresti non voler riversare molta energia in un social network tecnologico come Twitter (a seconda del tipo di tecnologia di cui stai scrivendo).

Qual è il tuo pubblico entusiasta di condividere con gli altri (e promuovere per tuo conto)?

Posizionarsi in alto nei risultati di ricerca organici di Google è un aspetto della creazione di un motore di promozione di blog di successo, ma vuoi anche creare contenuti che i tuoi lettori condivideranno con gli altri, tutto di propria iniziativa. 

Anche se i tuoi contenuti non diventano completamente virali, avere i tuoi contenuti condivisi dai tuoi lettori è estremamente importante.

Se il tuo pubblico è così entusiasta del contenuto che scopre sul tuo sito, che si sente personalmente obbligato a promuovere il tuo blog condividendo i tuoi contenuti con i suoi amici e familiari… allora non dovrai passare tanto tempo ad armeggiare con altre strategie promozionali. 

Poniti questo tipo di domande per andare a fondo su questo aspetto:

  • Che tipo di contenuto è disposto (e più entusiasta) a condividere il mio pubblico?
  • Quali emozioni faranno provare loro un forte desiderio di fare clic sul pulsante di condivisione?
  • Cosa vorranno retwittare o condividere sulla loro storia Instagram?
  • Come puoi chiedere loro premurosamente di condividere i tuoi contenuti?

Parleremo in modo molto approfondito più avanti in questa guida su come rendere i tuoi contenuti facili da condividere (e su come progettare la condivisione su tutti i principali social network), ma per ora pensa al tipo di contenuto che il tuo pubblico vorrà condividere.

Quali sono i principali punti deboli del tuo pubblico (e come li risolverai)?

Un altro fattore da considerare quando promuovi i contenuti del tuo blog sono i punti deboli che stai affrontando. 

Un punto dolente è un problema che i tuoi lettori o potenziali lettori potrebbero riscontrare.

Molti blogger diventano famosi perché sono in grado di risolvere questi problemi per i loro lettori. 

Anche questo non deve essere eccessivamente complicato. 

A volte il problema di una persona è semplice come aver bisogno di un nuovo paio di scarpe da corsa. 

Se il tuo blog parla di corsa, puoi offrire loro una soluzione consigliando ottimi paia di scarpe da corsa per diversi tipi di condizioni.

Facciamo qualche altro esempio. 

Supponi di avere un blog di viaggio, quali sono i problemi o le domande comuni che il tuo pubblico potrebbe avere? 

Ecco un elenco di domande che i lettori potrebbero porre:

  • Qual è il posto migliore dove soggiornare a Parigi?
  • Come posso viaggiare in modo economico a Londra?
  • Quali sono le migliori carte di credito con miglia aeree?
  • Quali sono le migliori località da visitare in Giappone?
  • Quali sono i posti che devo vedere quando visito il Sudafrica?

Puoi usare il tuo blog per rispondere alle domande più urgenti per i tuoi lettori. 

In risposta, potresti scrivere qualcosa del tipo:

  • I 10 migliori hotel in cui soggiornare a Parigi (con un budget limitato)
  • Come viaggiare a Londra e non spendere una fortuna
  • 15 cose da vedere quando si visita il Giappone

Man mano che diventi più autorevole all’interno della tua nicchia, il tuo pubblico rispetterà la tua opinione e vorrà continuare a tornare sul tuo blog per ulteriori informazioni.

Sapranno che possono trovare le risposte che stanno cercando (all’interno della tua nicchia) sul tuo blog.

Non solo, ma hai anche maggiori probabilità di ottenere clic dai motori di ricerca nel tempo, perché scrivi costantemente su argomenti simili che le persone vogliono davvero conoscere nella tua nicchia.

4. Il guest blogging è un ottimo modo per promuovere il tuo blog

utilizzare i guest post per promuovere i contenuti del tuo blog

Il guest blogging (o guest post) è senza dubbio il modo migliore per iniziare a promuovere il tuo blog e aumentare il traffico dal primo giorno.

Che cos’è il guest blogging? In poche parole, è quando scrivi contenuti per un altro blog, nella speranza che lo pubblichino e, come vantaggio, puoi ottenere un link di qualità al tuo blog, potenzialmente indirizzare del traffico e anche far crescere il tuo personal brand associandolo a un blog più autorevole.

Il motivo principale per cui il guest blogging è così efficace è il guadagno a lungo termine di costruire lentamente per il tuo blog un portfolio di backlink di alta qualità (dai siti più autorevoli su cui pubblichi i post del tuo guest blog). 

Quando pubblichi un guest post, in genere ti è consentito collegare con gusto il tuo blog all’interno dell’articolo o nella sezione bio alla fine del post e quei link che portano direttamente al tuo blog aumenteranno l’autorità del tuo blog e le visite annesse.

Il guest blogging aiuta fà bene anche alla SEO complessiva del tuo blog , perché segnala ai principali motori di ricerca come Google, che il tuo blog sta ricevendo attenzione da altri siti web (più affidabili e consolidati), il che a sua volta aiuta il tuo blog a posizionarsi più in alto nei risultati di ricerca.

Come scegliere il blog giusto per cui pubblicare post?

Sarò onesto con te, il guest blogging (e farlo bene) richiederà molto lavoro. Ecco perché è essenziale che tu raggiunga solo blog e pubblicazioni che effettivamente ti aiuteranno a promuovere il tuo blog.

La tua considerazione principale è il tipo di blog o pubblicazione per cui vuoi scrivere:

  • Scegli blog da proporre che abbiano un pubblico simile a quello che stai cercando di costruire
  • Cerca blog e pubblicazioni che accettano già chiaramente i guest post (e consentono uno o due link)
  • Mira a prospettive realistiche (cioè non scriverai come ospite per Forbes senza una certa credibilità esistente)

Ricorda che se vuoi ottenere risultati reali in termini di promozione del tuo blog attraverso la pubblicazione di guest post, la pertinenza è tutto.

Ciò significa che se sei un blogger di finanza personale, non è probabile che tu riceva molto traffico un guest post pubblicato su un blog di moda.

Le persone interessate alla moda potrebbero anche essere interessate alle auto, ma non sono preparate per questo su un blog di moda. 

Non stanno andando su un blog di moda per conoscere le migliori auto da acquistare. Stanno visitando il sito perché vogliono conoscere la moda. 

Assicurati che il tuo blog sia pertinente a quelli per cui vuoi scrivere.

Un altro fattore chiave è la dimensione del blog dei blog sui quali vuoi pubblicare un guest post. 

Tieni in considerazione questi elementi durante il processo di ricerca:

  • Punta a un blog più grande del tuo, ma non così grande da essere irrilevante per loro.
  • Prova a trovare un blog che sia circa 3 – 5 volte più grande del tuo blog (usando uno strumento come Alexa )
  • Sfrutta le eventuali connessioni reciproche che potresti avere per ottenere contatti con altri blogger.

Realisticamente, è molto più probabile che un blog di queste dimensioni risponda alle tue e -mail di sensibilizzazione e accetti un articolo da te. 

Anche se potrebbero non avere milioni di lettori, hai comunque la possibilità di connetterti con un gruppo di lettori più ampio di quello che hai attualmente e getterai le basi necessarie per costruire un forte profilo di link per il tuo blog.

Idee di presentazione che il tuo blog ospite vorrà usare

Quando ti vengono in mente idee per la presentazione di potenziali blog host, ricorda di tenere a mente il loro stile. 

Scegli per primo il blog per cui vuoi scrivere e poi trova idee che si adattino alla loro immagine. 

Non limitarti a proporre un’idea generica cercando di venderla a un centinaio di blog diversi.

Prenditi il ​​tempo necessario per mostrare ai tuoi potenziali clienti come il tuo guest post aggiungerà valore ai loro lettori.

Se non hai già familiarità con un particolare blog per il quale vuoi scrivere, prenditi del tempo per leggere i loro post. Scopri qual è il loro messaggio principale e trova alcuni argomenti per gli articoli che li aiuteranno nella loro missione più grande, creando contenuti utili per i loro lettori.

È più probabile che tutti i blog rifiutino i guest post che non rientrano nella loro visione generale (e piani editoriali), ma saranno più disposti a lavorare con te per perfezionare ‘qualcosa’ se mostri una chiara comprensione dei loro obiettivi, tono e argomenti rilevanti.

Indirizza con gusto il traffico al tuo blog

Dopo essere stato approvato per scrivere un post per gli ospiti, avrai la possibilità di promuovere il tuo blog (con gusto e nei limiti del ragionevole) nel tuo articolo.

Nel guest post che scrivi, trova modi per intrecciare con gusto uno o due link (quando veramente pertinenti) agli articoli del tuo blog per i quali vorresti classificarti nelle ricerche di Google.

Probabilmente il tuo blog ospitante ti consentirà anche di avere una sezione bio alla fine del guest post, dove puoi parlare di più di te stesso e collegarti al tuo blog. 

Se il blog ospitante non ti consente di avere una biografia o un link al tuo blog, ti consiglio personalmente di andare avanti e di proporre un altro sito che ti consenta di collegarti al tuo sito. Alla fine, questo deve essere un commercio di valore equo.

5. Usa l’email marketing per promuovere il tuo blog

Potresti essere perdonato se pensi che l’e-mail stia andando nel dimenticatoio, con tutti i social network emergenti che spuntano in questi giorni, ma l’ e-mail marketing rimane una fonte di traffico molto vivace per molti blogger (me compreso), anche quelli che stanno appena iniziando e hanno ancora piccole liste di contatti acquisiti.

Si prevede che il numero di utenti di posta elettronica aumenterà da 3,7 miliardi a 4,1 miliardi entro la fine del 2021. Se a ciò si aggiunge l’evidenza che i post dei blog hanno anche 3,5 volte più probabilità di essere condivisi sui social media dai tuoi iscritti alla mailing list diviene una buona ragione per investire nell’email marketing fin dal primo giorno con il tuo blog.

Come fare email marketing per il tuo blog (spiegazione)

Quindi, come puoi utilizzare l’email marketing per promuovere in modo più efficace il tuo blog (ed eventualmente trarne profitto)?

Diamo un’occhiata ad alcuni dei principali modi che possono aiutarti a riportare i lettori sul tuo blog nel corso del tempo tramite le e-mail.

Inizia la costruzione dell’elenco

La creazione di elenchi è l’atto di raccogliere abbonati e-mail dal pool di lettori che arrivano sul tuo blog. 

Le email che invii ai tuoi iscritti spesso contengono cose come:

  • Annunci di nuovi post sul blog.
  • Offerte di contenuti aggiuntivi (eBook, fogli di lavoro scaricabili, strumenti, aggiornamenti).
  • Annunci su prodotti a pagamento o offerte di servizi che stai lanciando.
  • Aggiornamenti generali su cosa sta succedendo con il tuo blog.

L’e-mail è anche un modo intelligente per entrare in contatto con i tuoi lettori, perché stai scrivendo a un gruppo di persone che hanno già espresso interesse per i tuoi contenuti. 

Si sono iscritti volontariamente alla tua lista di e-mail, quindi sono già molto coinvolti con te. 

Questa è la tua target audience auto-selezionata a cui puoi promuovere i nuovi post del blog.

I 3 migliori strumenti da utilizzare per l’email marketing del tuo blog

Coloro che utilizzano WordPress self-hosted per i tuoi blog dovranno trovare un provider di servizi di posta elettronica (noto anche come ESP), perché non avrai l’email marketing come funzionalità integrata del tuo blog. 

Un ESP offre servizi di posta elettronica di massa ed è una risorsa necessaria per un piano di email marketing sostenibile una volta che sei cresciuto oltre qualche dozzina di abbonati e-mail che non puoi più gestire in un foglio di calcolo + GMail.

Ci sono molti ottimi strumenti di email marketing tra cui scegliere, ma le mie scelte migliori sono:

I fornitori di servizi di posta elettronica svolgono gran parte del lavoro in background per te, come gestire il tuo elenco di abbonati e aiutarti a rimanere conforme ai requisiti GDPR .

Coloro che stanno appena iniziando a far crescere la tua lista di e-mail possono trarre il massimo vantaggio dall’utilizzo di uno strumento gratuito MailerLite. Ti consentono di utilizzare la maggior parte  delle loro funzionalità gratuitamente, con un massimo di 1.000 abbonati. 

Quando ti avvicini a superare i 1.000 abbonati, la mia scelta numero uno da lì è ActiveCampaign: sono costruiti bene per la scalabilità e hanno tante funzioni più utili.

Come far crescere (rapidamente) la tua lista di email come blogger

Il modo migliore per ottenere nuovi abbonati e-mail è attraverso con un’offerta interessante, qualcosa che sei disposto a dare al tuo (nuovo) abbonato gratuitamente, in cambio della loro adesione alla tua lista.

Conosciuto anche come lead magnet, gli esempi delle mie offerte di iscrizione più efficaci includono cose come:

  • Fogli di lavoro gratuiti e documenti compilabili.
  • Corsi gratuiti, forniti tramite e-mail o video.
  • Template gratuiti.
  • eBook gratuiti.
  • Codici sconto o offerte speciali.

Se hai utilizzato uno dei tre strumenti di email marketing che consiglio (sopra), ti verrà fornito anche un piccolo frammento di codice o un plug-in facile da installare che puoi utilizzare per integrare lo strumento con il tuo blog WordPress. Da lì, quando nuovi abbonati si iscrivono al tuo blog, tali informazioni verranno passate automaticamente al tuo strumento di email marketing (e l’abbonato verrà aggiunto alla tua lista).

Puoi utilizzare i moduli di acquisizione delle email in diversi punti del tuo blog, tra cui:

  • Nell’intestazione del tuo blog
  • Nel footer del tuo blog
  • Su landing page dedicate (prova Elementor per creare landing page ad alta conversione)
  • Nella parte superiore (e inferiore) dei post del tuo blog
  • In una finestra pop-up

Ovunque i lettori trascorrano del tempo sul tuo blog, assicurati di avere sempre a portata di mano un’offerta di iscrizione e-mail pertinente.

Come coinvolgere i tuoi abbonati e-mail

Far crescere la tua lista di e-mail è molto più che convincere i lettori a registrarsi. È ancora più importante mantenere gli attuali abbonati il ​​più coinvolti possibile dopo l’iscrizione.

Gli abbonati che si uniscono alla tua lista e non ricevono tue notizie per settimane… è probabile che si disiscrivano non appena ricevono la tua prossima email, perché è più probabile che dimentichino quando (o come) si sono iscritti alle tue email, il che in primo luogo annulla il duro lavoro che hai dedicato alla raccolta di iscritti.

Ecco alcune cose che puoi fare per mantenere le tue email più interessanti per i tuoi iscritti:

  • Usa lo storytelling nelle tue e-mail : molti blog utilizzano una newsletter per aggiornare i propri lettori su ciò che sta accadendo dietro le quinte. Ciò potrebbe includere dettagli personali sulla tua vita o solo informazioni relative alle notizie sul tuo blog e idealmente alcune informazioni in aggiunta al solo contenuto che hai pubblicato sul tuo blog nella settimana corrente.
  • Spacca con l’oggetto dell’e-mail : gli abbonati non apriranno le e-mail con titoli non interessanti o fuorvianti. Il tuo pubblico potrebbe rispondere meglio all’umorismo o potrebbe preferire qualcosa di più informativo e diretto.
  • Rendilo semplice : le persone hanno poco tempo per leggere le loro e-mail. Risparmia loro un’e-mail lunga e noiosa e fornisci contenuti efficaci e mirati con un invito all’azione di fare clic per leggere di più se sono interessati all’argomento in questione.

Ottenere un forte ritorno finanziario dagli sforzi di email marketing del tuo blog non richiede nemmeno settimane, mesi o anni.

Se riesci a connetterti sinceramente con i lettori della tua lista di e-mail, puoi lavorare direttamente con loro per risolvere i loro problemi più grandi. Queste esperienze (e approfondimenti) possono portare a un futuro libro, corso online, podcast, prodotto, opportunità di consulenza/coaching e ancora più modi per monetizzare il pubblico del tuo blog.

6. Aumenta la tua presenza sui social media (dove è importante)

Come utilizzare i social media per il tuo blog (screenshot)

I social media sono un altro modo estremamente efficace per promuovere. Attenzione però, i social media non sono così facili  per la promozione del blog come una volta.

Piattaforme come Facebook e Instagram offrono opportunità di diffusione a pagamento, ma di questi tempi il coinvolgimento organico gratuito è molto più difficile da ottenere.

Questo non vuol dire che i social media non siano redditizi per i blogger. 

È ancora un ottimo modo per far crescere il tuo brand, ma le aspettative devono essere impostate con attenzione. 

Significa solo che dovrai dedicare tempo prezioso a coltivare la tua presenza sui social media (sulle reti giuste) se vuoi avere un impatto reale in termini di reindirizzamento del traffico al tuo blog.

Ecco perché ti consiglio di scegliere solo 1 o 2 canali di social media in cui investire le tue energie.

A meno che tu non paghi qualcuno per gestire i tuoi account sui social media e trascorri una buona quantità di tempo a interagire con la tua target audience su più piattaforme, molto probabilmente farai cilecca nel tentativo di stare al passo con ogni tipo di social media – oltre a gestire anche l’intero blog. 

Le piattaforme di social media aiutano i blogger a imparare molto di più sul loro pubblico di destinazione, oltre a generare lead di alta qualità sui social media per la tua attività .

Ora, poiché ciò che funziona oggi in termini di apprendimento su come promuovere il tuo blog sui social media è notevolmente diverso da piattaforma a piattaforma, analizzeremo un social network alla volta, a partire da Pinterest.

Come promuovere il tuo blog su Pinterest

Come promuovere il tuo blog su Pinterest

Pinterest è una delle piattaforme di social media più preziose per i nuovi blogger per massimizzare il loro ritorno oggi. 

La piattaforma ha oltre 322 milioni di utenti attivi mensili, il che la rende una delle piattaforme di social media più popolari sul mercato oggi, soprattutto se raggiungi un pubblico che si rivolge maggiormente alle donne, poiché hanno una base di utenti femminile del 70% .

Una delle cose più interessanti di Pinterest è l’aspettativa di vita di un contenuto. 

Mentre un tweet su Twitter o un post su Facebook ha una durata molto breve (minuti o ore), i pin su Pinterest possono durare mesi. 

Probabilmente vedrai il maggior coinvolgimento nella prima settimana di vita di un pin, ma la cosa magica di Pinterest è che un pin può riemergere mesi o addirittura anni dopo e riguadagnare popolarità, promuovendo così il tuo blog. Questo è molto meno probabile su Twitter, Facebook o LinkedIn.

Ecco alcuni suggerimenti rapidi su come iniziare:

  • Crea un account aziendale con Pinterest : la creazione di un account aziendale ti consente di visualizzare le analisi del tuo account e vedere come si comportano i tuoi pin in termini di impressioni e clic nel tempo. Queste informazioni sono fondamentali per capire quanto bene stai promuovendo il tuo blog su Pinterest.
  • Progetta immagini per Pinterest : Pinterest catturerà le immagini dal tuo articolo da utilizzare come immagine in primo piano su un segnaposto se incolli semplicemente il collegamento a un articolo. Tuttavia, per ottenere i migliori risultati, dovresti creare un’immagine appositamente progettata per Pinterest. Un rapporto di aspetto 2:3 è il migliore e l’immagine dovrebbe includere un marchio riconoscibile del tuo blog. Includi questa immagine nell’articolo del tuo blog, in modo che altri possano usarla quando pinnano i tuoi contenuti. Puoi utilizzare strumenti di progettazione premium come Adobe Photoshop o quelli gratuiti come Canva per creare queste immagini, che ha template pronti all’uso per immagini di dimensioni Pinterest che puoi condividere sul tuo account.
  • Usa Pinterest SEO : come quando si ottimizzano i contenuti per Google, Pinterest ha il proprio algoritmo che alimenta il modo in cui consigliano i contenuti ai propri utenti. Per posizionarti più in alto su Pinterest, prova a utilizzare le migliori pratiche SEO come scrivere titoli accattivanti che includano le frasi chiave e crea descrizioni utili. Rivendica il tuo sito web sul tuo account Pinterest, abilita i pin ricchi , impegnati a pinnare in modo coerente (aspettati un ritorno nel corso di settimane o mesi) e, naturalmente, assicurati di fare ricerche intelligenti sulle parole chiave Pinterest .

Come promuovere il tuo blog su Facebook

Come promuovere il proprio blog su Facebook

Con oltre 1,62 miliardi di utenti giornalieri , Facebook non ha certo bisogno di presentazioni. 

Il più grande punto di forza dell’utilizzo di Facebook per promuovere il tuo blog è il grande volume di persone che lo utilizzano.

È un’enorme quantità di attività per una piattaforma e ti dà l’opportunità di raggiungere un vasto pubblico di potenziali lettori.

Il più grande svantaggio di Facebook è la mancanza di copertura che hai sulla piattaforma, specialmente se hai appena creato un nuovo gruppo o una pagina aziendale. 

Facebook limita molto la tua visibilità se la tua pagina non sta crescendo rapidamente. 

Se le persone non sono molto coinvolte fin dall’inizio, è improbabile che Facebook mostri i tuoi contenuti a molti utenti sui loro feed… a meno che tu non sia disposto a spendere qualche soldo in pubblicità per potenziare i tuoi post.

Tuttavia, ci sono ancora modi per attirare traffico organico reale da Facebook e ne parlerò qui. 

Anche pagare per l’advertising è un’opzione, ma per ora concentriamoci sulle strategie di promozione gratuite:

  • Unisciti a gruppi nella tua nicchia : uno dei modi migliori per promuovere il tuo blog su Facebook è unirsi a gruppi pertinenti già esistenti per discutere di argomenti all’interno della tua nicchia. Assicurati che i gruppi a cui ti unisci ti permettano di promuovere il tuo blog prima di unirti, altrimenti verrai bannato rapidamente. È anche importante interagire con i post di altre persone e interagire prima di iniziare a condividere i propri contenuti. Non devi passare per uno spammer per poi perdere il loro interesse se questo è il tuo unico contributo.
  • Crea il tuo gruppo : invece di unirti ai gruppi di altre persone su Facebook, potresti prendere in considerazione l’idea di crearne uno tuo (dove puoi stabilire le regole e guidare la discussione). Pensa al tipo di gruppo che vorresti creare per attirare la tua target audience. Cosa li farebbe eccitare? Una volta che l’hai capito, avvia un gruppo e inizia a creare una community.
  • Avvia una pagina aziendale : avvia una pagina aziendale di Facebook che includa tutte le informazioni del tuo blog, incluso un link al tuo blog. Facebook ti darà accesso alle analisi della tua pagina, così puoi vedere quante persone stanno visualizzando e interagendo con i tuoi post, così come il tuo tasso di coinvolgimento.
  • Coinvolgi il tuo pubblico : una volta che hai iniziato a far crescere un pubblico, mantienilo coinvolto con la regolare pubblicazione di nuovi contenuti. Ciò potrebbe includere meme divertenti, aggiornamenti sul tuo blog, procedure dettagliate video e ultime notizie sulla tua nicchia. Considera anche l’inclusione di domande nei tuoi post di Facebook, in modo che le persone rispondano e rimangano coinvolte.
  • Rispondi ai commenti : se le persone lasciano commenti sui tuoi post di Facebook, prova a rispondere il più rapidamente possibile. I commenti segnalano a Facebook che il tuo post sta attirando l’attenzione e possono darti una maggiore copertura sui feed delle persone.

Come promuovere il tuo blog su Instagram

Come promuovere un blog su instagram

Instagram è una piattaforma di social media ricca di immagini che ha continuato a guadagnare terreno dal suo lancio nel 2010.

Instagram ha circa 1 miliardo di persone che utilizzano l’app ogni mese e gli utenti trascorrono una media di 28 minuti al giorno sulla piattaforma, il che lo rende un ottima destinazione, soprattutto se i tuoi contenuti sono di natura visiva.

Una cosa interessante di Instagram è che attrae uomini e donne a un tasso quasi uguale: il 52% di donne e il 48% di uomini. 

Questa è una grande differenza se lo confronti con Pinterest che ha una base di utenti femminile del 70%.

Come con Facebook (che possiede anche Instagram), può essere difficile ottenere traffico organico gratuito. 

A differenza di Facebook, tuttavia, hai un po’ più di controllo sul tuo pubblico.

Puoi connetterti direttamente con persone che la pensano allo stesso modo seguendo le persone nella tua nicchia, coinvolgendole e messaggiando facilmente con loro. 

Per trovare queste persone che la pensano allo stesso modo, cerca semplicemente gli hashtag popolari nella tua nicchia. 

Una volta trovati account simili al tuo, puoi seguirli e loro potrebbero seguirti e portare a eventuali collaborazioni.

Ecco alcuni suggerimenti più pratici per aiutarti:

  • Migliora la tua biografia su Instagram : Nonostante Instagram abbia dato a tutti la possibilità di aggiungere dei link nelle storie è importante usare la biografia per collegare il tuo blog. Instagram non ti dà molto spazio per presentarti, quindi sfrutta al massimo lo spazio che ti viene dato. La tua biografia è un buon modo per le persone di conoscere chi sei, cosa fai e perché dovrebbero seguirti. Sii specifico su ciò che fai e di cosa tratta il tuo blog: punti bonus se includi un invito all’azione per indirizzare i follower al tuo blog dalla tua biografia.
  • Usa Linktree : poiché puoi includere solo un collegamento nella tua biografia di Instagram, molte persone scelgono di utilizzare Linktree come unico collegamento assegnato. L’utilizzo di questo strumento gratuito consente di includere diversi collegamenti a destinazioni diverse. Se hai un negozio, articoli specifici che sono appena usciti o un canale YouTube che desideri promuovere, tutti possono essere elencati utilizzando Linktree.
  • Pubblica immagini di alta qualità e accattivanti : poiché Instagram è così ricco di immagini, è quasi impossibile far crescere un seguito senza immagini di alta qualità che cattureranno l’attenzione dei tuoi follower. Se non disponi di un telefono cellulare in grado di scattare foto eccezionali, potresti prendere in considerazione l’utilizzo di una buona fotocamera digitale per scattare le tue foto. Le tue immagini possono mostrare il dietro le quinte del tuo blog, anticipare i contenuti imminenti e fornire splendide istantanee delle cose su cui stai lavorando.
  • Interagisci con altri utenti : un modo per far crescere un seguito su Instagram è interagire regolarmente con altri utenti di Instagram. Segui, metti mi piace e commenta regolarmente gli account di altre persone e dovresti iniziare a costruire relazioni con persone reali. Trova un hashtag che ti interessa e dedica venti minuti a mettere mi piace e commentare i post di altre persone.

Se desideri ulteriori consigli su come aumentare la tua influenza su Instagram, dai un’occhiata alla mia guida su come crescere su instagram nel 2022.

Come promuovere il tuo blog su Twitter

Come promuovere il tuo blog su twitter

Twitter non ha il livello di attività che vantano Instagram e Facebook. Ha circa 330 milioni di utenti mensili , posizionandosi più o meno allo stesso livello di Pinterest. 

È ancora un’enorme popolazione di persone con cui lavorare e, per coloro che amano Twitter, un luogo eccellente per connettersi con il tuo potenziale pubblico (e promuovere il tuo blog).

Per capire se la tua nicchia di blog si adatta a Twitter, considera queste statistiche. 

Il 56% degli utenti di Twitter ha recentemente classificato “seguire le notizie” come motivo numero 1 per utilizzare questa piattaforma di social media.

Se il tuo blog è correlato a notizie, affari, politica, intrattenimento, nuove tecnologie o sport, Twitter sarà probabilmente una buona scelta per promuovere il tuo blog. 

Anche altri argomenti di nicchia possono andare molto bene su Twitter, quindi assicurati di fare le tue ricerche per vedere se c’è una community attiva con cui iniziare a interagire.

Twitter può anche essere estremamente utile nell’indirizzare il traffico al tuo blog , perché gli utenti sono condizionati ad aspettarsi che la maggior parte dei tweet conterrà un link e i tuoi follower possono ritwittare i tuoi tweet, amplificandoli così al proprio pubblico. 

Se hai scritto qualcosa che risuona con il tuo pubblico, il tuo tweet può essere rapidamente passato a nuovi account attraverso la ricondivisione virale.

Utilizzo di Twitter per generare nuove idee di contenuto per il tuo blog

Inoltre, puoi utilizzare Twitter per trovare facilmente nuove idee per i contenuti del tuo blog

Questa piattaforma può darti uno sguardo aggiornato sui pensieri e le idee che hanno l’attenzione della gente in questo momento. 

Qual è la tendenza in questo momento? Che tipo di tweet vengono ritwittati ancora e ancora? Usa queste informazioni per attirare il tipo di pubblico che desideri.

  • Con tutti i mezzi, usa gli hashtag : secondo quanto riferito , l’uso degli hashtag può portare a un coinvolgimento maggiore del 100% sui tuoi contenuti. Tuttavia, dovresti usare solo uno o due hashtag, o rischi di ridurre nuovamente il coinvolgimento poiché i tweet sembreranno più spam che un messaggio autentico.
  • Usa anche i video : Twitter è ampiamente noto per essere una piattaforma basata su testo, ma anche immagini e video sono importanti. È stato riferito che le persone guardano 2 miliardi di video su Twitter ogni giorno e sono uno dei formati di contenuto più coinvolgenti che compariranno nel feed di un utente.
  • Fai attenzione ai tweet automatici : Twitter ha implementato alcune nuove regole negli ultimi anni per ridurre la quantità di spam che circolava sulla sua piattaforma. Queste nuove regole vietano agli utenti di Twitter di pubblicare lo stesso contenuto su più account. Ti è anche vietato pubblicare contenuti duplicati, più volte su un singolo account.
  • Usa i link ClicktoTweet nel tuo articolo : una caratteristica interessante di Twitter è consentire di twittare frasi direttamente dal tuo articolo.

Ora parleremo di come pubblicizzare un blog sul social del momento … TikTok.

Come promuovere il tuo blog su TikTok

come pubblicizzare un blog su tiktok

Ho incluso TikTok nel mio elenco di piattaforme di social media che puoi utilizzare per promuovere il tuo blog, principalmente perché è così nuovo e raggiunge una fascia demografica molto specifica di Millennial e giovani. 

Mentre troverai utenti TikTok che spaziano nello spettro di età, i tuoi utenti principali saranno nella folla della Generazione Z e del Millennio (pensa ai 15-30 anni).

Cosa c’è di eccitante in TikTok?

Per prima cosa, è un nuovo modo di connettersi con le persone che sta ancora ricevendo molto entusiasmo e slancio. 

È una piattaforma fatta interamente da video brevi, molti dei quali sono semplicemente divertenti.

È una delle piattaforme in più rapida crescita a livello globale e ha oltre 800 milioni di utenti mensili .

Solo il tempo potrà dire se TikTok è un fuoco di paglia, ma le statistiche sembrano indicare che non lo è. 

Continua a essere scaricato con un aumento costante e finora ci sono stati oltre 1,5 miliardi di download totali, di cui 123 milioni solo negli Stati Uniti. Si stima inoltre che gli utenti trascorrano una media di 52 minuti al giorno sulla piattaforma, il che è molto alto per un’app di social media.

Poiché TikTok è così nuovo, non ci sono molte statistiche che mostrano quanto traffico genera. 

Tuttavia, ci sono alcuni marchi che hanno già utilizzato TikTok con successo nei loro piani di promozione. Ad esempio, il brand di moda Guess ha collaborato con TikTok  e ha lanciato una challange hashtag portando migliaia di utenti TikTok a utilizzare l’hashtag #InMyDenim.

Se vuoi provare a usare TikTok per aiutarti, ecco alcune idee:

  • Crea contenuti divertenti : crea brevi video sul tuo account TikTok che mettono in mostra la tua personalità e catturano l’attenzione delle persone. Se le persone ti trovano divertente o riconoscibile, ci sono maggiori possibilità che siano abbastanza interessate da dare un’occhiata al tuo blog e saperne di più su di te.
  • Inizia una challenge hashtag : come la società Guess (e molti influencer), puoi provare a far diventare la tua challeng di tendenza. Pensa a qualcosa che si colleghi sia al brand del tuo blog che ai desideri del tuo pubblico, quindi pianifica una strategia su come creare un video che li intratterrà. Sfida le persone a creare o ricreare un video simile con l’hashtag del tuo brand.
  • Contatta gli influencer di TikTok : ci sono molte persone che sono già diventate famose su TikTok. Molte di queste persone sono persone normali che hanno trovato un modo per connettersi con un pubblico e hanno costruito un seguito enorme. Considera la possibilità di collaborare con un influencer TikTok se il tuo blog è qualcosa con cui sarebbero interessati a collaborare.

Linee guida finali (generali) per promuovere il tuo blog sui social media

Ecco alcune linee guida generali da seguire sempre quando si utilizzano i social media per promuovere i propri contenuti.

Queste regole si applicano a quasi tutte le piattaforme, quindi segui questi suggerimenti indipendentemente dal social network che decidi di utilizzare per promuovere il tuo blog.

  • Collegamento ai tuoi account di social media : posiziona icone di social media facilmente riconoscibili attorno alle pagine del tuo blog (per incoraggiare il seguito) e strategicamente all’interno dei post del tuo blog (per incoraggiare la condivisione). Rendi più facile per le persone trovare i tuoi account sui social media. Se utilizzi diverse piattaforme di social media, usale per collegarti tra loro. Ad esempio, puoi includere un collegamento al tuo account Twitter sulla tua pagina Facebook. Puoi anche includere un link nelle tue e-mail ai tuoi abbonati e-mail. Pensaci come se stessi creando una rete per il tuo blog, rendendo il più semplice possibile per le persone seguire quello che stai facendo.
  • Usa immagini e dimensioni adeguate : una parte importante della promozione di un blog di successo è visiva. Le persone si connettono con immagini e video che trovano interessanti. Una delle tue strategie per promuovere il tuo blog è capire le dimensioni e le risoluzioni corrette delle immagini. Ad esempio, le immagini verticali tendono a fare meglio su Pinterest . Ci vuole un po’ più di tempo per creare immagini personalizzate per ogni piattaforma, ma è probabile che il tuo tasso di coinvolgimento sia molto più alto quando le immagini sono dimensionate correttamente per un coinvolgimento ottimale. Se non sai come utilizzare le best practice di dimensionamento, Sprout Social mantiene una guida aggiornata sulle dimensioni delle immagini corrette per ogni tipo di social media .

7. Rendi i tuoi contenuti condivisibili

Parte del tuo lavoro come principale promotore del tuo blog è creare contenuti facili da condividere. 

Non solo devi portare i lettori ai post del tuo blog, ma devi anche rendere quei post abbastanza grandi da incoraggiare i tuoi lettori a condividerli con altre persone nelle loro reti.

Come creare articoli di blog condivisibili

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a creare contenuti condivisibili progettati per attirare più lettori:

Rendi i tuoi contenuti facili da digerire e capire

La complessità del tuo articolo dipende in qualche modo da chi è il tuo pubblico.

Se stai scrivendo un blog di tecnologia per tecnici, la tua scrittura sarà ovviamente più tecnica. 

Puoi allontanare le persone che non hanno familiarità con la tecnologia, ma scriverai alla tua target audience.

Tieni sempre a mente il tuo pubblico di destinazione e chiediti se il contenuto che stai scrivendo si adatta a loro.

Per la maggior parte dei blog, una buona regola pratica è ” scrivere a un livello di terza media “. 

All’inizio può sembrare condiscendente, ma scrivere su Internet è diverso dalla scrittura su carta stampata.

Quando leggono online, le persone tendono a saltare, sfogliare e cercare i punti chiave e i titoli.

Ecco perché è necessario evitare lunghi muri di testo senza spazi, immagini o divisori per suddividere il contenuto.

Titoli chiari, paragrafi più brevi e sezioni ben definite sono la chiave per rendere accessibile la tua scrittura. 

Usa questo articolo come esempio.

Usa titoli che sono interessanti (o aiutano con un chiaro punto dolente)

Io non sono un grande fan dei titoli clickbait, ma v’è un ‘arte di scrivere titoli efficaci che incoraggiano i lettori a scegliere e leggere un articolo

In primo luogo, si devono utilizzare strategie SEO intelligenti quando si scrivono i titoli dei propri articoli, in modo che gli utenti trovino che il titolo sia il più attraente possibile. 

Detto questo, vuoi anche che il tuo titolo sia attraente per le persone che potrebbero imbattersi in un link al tuo post sul blog su una piattaforma di social media o in un forum. 

Ne parlo molto di più nella mia guida alla scrittura di un post sul blog , ma ecco alcuni dei principali suggerimenti:

  • Usa numeri : i numeri risaltano visivamente in un titolo. Sia che tu stia scrivendo un articolo di riepilogo o semplicemente includendo l’anno, questo può rendere evidente il tuo titolo.
  • Includi la tua parola chiave o frase chiave : usa la tua parola chiave target nel titolo, in modo che il tuo pubblico sappia esattamente di cosa stai scrivendo e per aiutare la tua capacità di posizionamento SEO a lungo termine.
  • Rendi il tuo titolo interessante : le persone faranno clic sul tuo post quando vedranno il tuo titolo? Lo vorranno condividere su Facebook, Twitter o nelle loro storie su Instagram?
  • Includi un punto saliente nel titolo : dai alle persone un motivo per fare clic sui tuoi link. Usa il titolo per mostrare loro come il tuo post sul blog li aiuterà a risolvere un problema chiaro o una sfida.

Se non sai come scrivere un titolo avvincente, cerca ispirazione dai tuoi competitor. 

Fai attenzione a non copiare o utilizzare un titolo esatto che un concorrente ha già, ma è intelligente trarre ispirazione da ciò che chiaramente funziona già bene.

8. Impara dalle tue analisi (per promuovere meglio il tuo blog)

Utilizzo di Blog Analytics per conoscere i tuoi lettori

Nella sua forma più semplice, l’analisi è tutto ciò che ti fornisce informazioni dettagliate sulle prestazioni del tuo blog. 

Guardando la tua piattaforma di analisi, puoi raccogliere molte informazioni importanti su cosa funziona e cosa non funziona quando si tratta di promuovere il tuo blog.

Google Analytics è la piattaforma gratuita più popolare per raccogliere informazioni sul tuo blog, ma ci sono anche altre cose che puoi studiare. 

Ad esempio, se utilizzi uno strumento pop-up per le iscrizioni e-mail sul tuo blog, puoi studiarne il successo.

  • Quante persone hanno visto il pop-up (impressioni)?
  • Quante di quelle persone si sono iscritte dopo averlo visto?
  • Quanti di questi nuovi abbonati rimangono coinvolti nella tua lista?

Chiaramente, puoi anche utilizzare l’analisi dopo aver ampliato il tuo elenco di iscritti alla posta elettronica. 

La maggior parte degli strumenti di email marketing ti fornirà informazioni su aspetti come il tasso di apertura e la percentuale di click.

  • Quali email aprono le persone e quali scartano?
  • Quante persone si sono cancellate dopo aver aperto la tua email?
  • Quali titoli testati A/B hanno avuto un rendimento migliore con il tuo pubblico?

Questo tipo di dati ti aiuterà a capire di più sul pubblico del tuo blog e a calibrare meglio per una promozione del blog di maggior successo a lungo termine.

Se sei interessato a utilizzare le tue analisi come parte del tuo piano di promozione, ecco alcuni dei miei migliori consigli.

Configurare (e utilizzare) Google Analytics

Quelli di voi che non stanno già utilizzando Google Analytics trarranno grandi vantaggi da questo strumento gratuito.

Esploreremo altri strumenti che raccomando ulteriormente in questa guida, ma prima voglio approfondire questo. 

Google Analytics ti consente di apprendere informazioni fondamentali sui visitatori del tuo blog.

  • Puoi scoprire quali post del blog attirano l’attenzione e quali no
  • Puoi identificare le tue esatte fonti di traffico per i tuoi singoli post del blog
  • Puoi anche vedere quali parole chiave le persone stanno cercando prima di fare clic sul tuo blog
  • Puoi monitorare la durata media della sessione (per vedere per quanto tempo i lettori restano sul tuo blog)
  • Puoi ottenere informazioni approfondite su chi è il tuo pubblico, da dove viene e molto altro.

Google Analytics ti fornirà anche dati utili sulla frequenza di rimbalzo del tuo blog, da dove proviene il traffico e molto, molto altro.

Studia la tua analisi dei social media

Se scegli un account aziendale su Twitter, Instagram, Facebook o Pinterest, queste piattaforme ti forniranno analisi estremamente utili sul rendimento dei tuoi contenuti. 

Google Analytics ti dirà sempre quando ricevi traffico da un sito di social media, ma le singole piattaforme di social media possono dirti il ​​rendimento di un singolo post o fornirti linee di tendenza generali su come si comportano i tuoi contenuti per periodi di tempo più lunghi .

Immagina di aver postato un pin su Pinterest e il risultato è stato un numero di clic superiore alla media. Puoi tornare indietro e capire perché un determinato post ha funzionato meglio di un altro:

  • Era il design dell’immagine?
  • La tua descrizione era migliore?
  • Hai scelto un argomento di tendenza?

Anche se non ha comportato un aumento dei clic sui link, Pinterest ti dirà se le persone hanno selezionato un primo piano del tuo pin. Queste intuizioni non hanno prezzo perché ti danno un’idea reale di ciò che il tuo pubblico vuole di più.

Abbina le tue analisi ai test A/B

Pochi blogger riescono ad avere successo senza molta sperimentazione lungo il percorso.

Fare AB test per promuovere meglio i tuoi contenuti

Quando apri un blog per la prima volta , i tuoi sforzi di promozione dei contenuti possono sembrare un po’ sparsi. 

Non ci sono abbastanza dati per prendere una decisione informata su cosa funziona e cosa no… questo è uno dei motivi per cui amo così tanto gli A/B test.

Il test A/B, a volte chiamato split test , significa semplicemente provare due diverse versioni, varianti o metodi, per vedere quale ottiene risultati migliori. 

Puoi usare lo split test con qualsiasi cosa.

  • Puoi usarlo per vedere quali pop-up ti portano maggiori risultati nel contesto della lead generation.
  • Quale ora del giorno funziona meglio per la pubblicazione?
  • Quali tipi di titoli cliccano di più le persone e così via

Gli utenti di Pinterest pubblicano spesso più di un pin per post del blog, solo per vedere quale funziona meglio, e questa è una forma di test A/B finché prendi decisioni informate in base alle conclusioni che raccogli.

Anche se il tuo blog ha già successo, puoi comunque migliorare i tuoi risultati con test divisi ponderatamente.

Non smettere mai di ottimizzare il tuo blog per ottenere risultati ancora migliori.

9. Interagisci con il tuo pubblico

L'importanza di interagire con il pubblico del tuo blog

Prima ti rendi conto che uno scopo fondamentale del tuo blog (dovrebbe essere) aiutare le persone e migliorare le loro vite in modo significativo, più velocemente sarai in grado di promuovere i contenuti del tuo blog in un modo autentico, significativo e invita i tuoi lettori a  bramare l’ interazione con te.

Più interagisci con il tuo pubblico e lo coinvolgi nella conversazione, più si impegnerà con te.

Questo è vero sui tuoi account sui social media, così come sul tuo blog. Ecco alcuni dei miei modi provati e veri per aumentare il coinvolgimento del tuo blog e posizionarlo bene per incoraggiare i tuoi lettori a promuovere il tuo blog per tuo conto.

Rendi facile per i lettori commentare il tuo blog

Non rendere difficile alle persone lasciare un commento sui post del tuo blog. Ciò significa che, se hai aperto il tuo blog su WordPress, assicurati di abilitare i commenti sui tuoi post. Se hai creato un blog gratuito (con Wix o Squarespace), assicurati di attivare tale funzione nelle impostazioni.

Schermata della sezione commenti del blog

Alcuni lettori potrebbero voler lasciare un commento ponendoti una domanda importante (che potrebbe alimentare l’idea di un nuovo contenuto da creare), ma non passeranno molto tempo a cercare la sezione dei commenti se è sepolta da qualche parte in profondità la pagina.

Posiziona la sezione dei commenti subito dopo la fine del tuo articolo, in modo che non debbano lavorare sodo per commentare e interagire con te.

Rispondi ai commenti sul tuo blog

Prendilo da me, i tuoi lettori vogliono sentire di poter raggiungere e stabilire una connessione con la persona dietro il blog.

Se le persone si prendono il tempo della loro giornata per porre una domanda significativa in un commento sul tuo blog, allora è un grande investimento trovare il tempo per rispondere (e rispondere alla loro domanda, se applicabile).

Con oltre 700 commenti qui sul mio blog, ho lavorato duramente per rispondere a tutte le domande che ho ricevuto negli ultimi 3+ anni. 

Certo, ci vuole tempo… ma questo è uno dei lavori più gratificanti e significativi che ho il piacere di fare con i miei lettori.

Fai domande al tuo pubblico

Aiuta i lettori del tuo blog a sentirsi parte del tuo processo ponendo loro domande all’interno del tuo articolo o alla fine di un contenuto.

Alle persone piace l’opportunità di condividere i propri pensieri e intuizioni, il che spesso porta a idee, tattiche o feedback a cui non avevi pensato. 

È anche una grande opportunità per saperne di più su ciò che le persone vogliono dal tuo blog e dove potresti avere un po’ di spazio per risolvere meglio le loro esigenze.

Identifica come aiutare al meglio il tuo pubblico

La maggior parte dei blogger scrive una pagina su di me (come la mia ) o ha una sezione inizia qui , ma stai usando quelle pagine a tuo vantaggio?

La tua pagina delle informazioni è un’opportunità d’oro per raccontare una storia su chi sei, perché hai iniziato il tuo blog e offre lo spazio per mostrare ai tuoi lettori perché dovrebbero interessarsi al tuo blog.

Screenshot pagina about di Cristian Iovino (esempio di promozione del blog sulla pagina delle informazioni)

È anche un buon posto per costruire la tua credibilità, stabilire fiducia, mostrare ai visitatori perché dovrebbero ascoltarti e spiegare esattamente come puoi aiutarli con esempi chiari e tangibili.

Se i lettori non riescono a identificare rapidamente lo scopo del tuo blog, ci sono buone probabilità che non abbiano voglia di restare.

10. Usa i contenuti esistenti per promuovere i tuoi nuovi articoli

Una strategia affidabile per imparare a promuovere il tuo blog in modo più efficace (soprattutto dopo che hai iniziato a fare dei veri progressi) consiste nell’usare i tuoi contenuti esistenti, dove  alcuni lettori stanno già atterrando, per promuovere il tuo nuovo lavoro. 

Può sembrare strano, ma in realtà è un concetto piuttosto semplice.

Esempio di promozione incrociata dei contenuti (screenshot)

Partendo dalle basi, ci sono due tipi principali di link che puoi utilizzare all’interno del contenuto del tuo blog:

  • Collegamenti esterni : i collegamenti esterni inviano i visitatori ad altri blog e siti Web.
  • Link interni : i link interni indirizzano i tuoi lettori ad altre pagine e post sul tuo blog.

L’utilizzo di collegamenti interni è estremamente vantaggioso per il tuo blog, non solo perché riduce la frequenza di rimbalzo, aumenta la possibilità di espandere la tua lista di contatti email e ti dà più opportunità di trarre profitto dai tuoi contenuti, ma perché passa anche intorno alla SEO positiva che potresti riscontrare se uno dei tuoi articoli sta guadagnando popolarità online.

Tuttavia, per avere collegamenti interni di qualità, devi prima creare un ecosistema di contenuti. 

Man mano che fai crescere il tuo blog nel tempo, immagina come tutti i tuoi contenuti possono funzionare insieme, tenendo presente le relazioni tra i diversi mezzi di contenuto come post di blog, eBook, case study, landing page, comunicati stampa, video e altro ancora. 

Ecco un’immagine di come appare un ecosistema di contenuti:

Come promuovere il tuo blog con un ecosistema di contenuti (grafico e spiegazione)

Se eseguiti correttamente, i post del tuo blog possono funzionare come una rete di contenuti correlati, tutti collegati tra loro e che si supportano a vicenda. Pensa alle domande principali che i lettori del tuo blog potrebbero porre (in relazione alla tua nicchia) e tratta il tuo ecosistema di contenuti come un mezzo per rispondere a tutte quelle sfide più urgenti attraverso una serie di contenuti correlati. Quando pubblichi nuovi contenuti, valuta spesso dove puoi tornare indietro e collegarti internamente al tuo nuovo lavoro, dai post esistenti che già ottengono alcuni lettori.

Ci vuole tempo per costruire un ecosistema di contenuti, ma man mano che pubblichi più post sul blog, prendi l’abitudine di tornare ai tuoi vecchi contenuti per aggiornamenti e nuove opportunità di collegamento interno.

11. Connettiti con persone influenti nella tua nicchia

Connettiti con persone influenti nella tua nicchia per promuovere i tuoi contenuti

Il networking non è solo per le persone che lavorano in grandi aziende e stanno cercando di scalare la scala aziendale. 

È necessario per quasi ogni tipo di lavoro, specialmente per i blogger che trascorrono la maggior parte del loro tempo lavorando a casa o al bar locale.

Cercare altre persone nella tua nicchia (o in nicchie correlate) attraverso la promozione da blogger intelligenti, è un modo eccezionale per ottenere più visibilità per il tuo blog.

Non avrei avuto lo stesso successo oggi se non avessi iniziato a contattare altri blogger influenti, fondatori di startup, host di podcast, autori e relatori nella grande comunità del blogging.

Inoltre, abbiamo già menzionato la pubblicazione di guest post come un modo vantaggioso per fare rete con altri blogger nel tuo spazio, ma ci sono altri modi in cui puoi espandere il tuo pubblico lavorando con altri.

Fatti intervistare sui podcast di altri blogger

Indipendentemente dal fatto che tu abbia o meno un podcast , puoi comunque proporti per diventare un ospite sui podcast di altre persone. 

I podcast stanno guadagnando molto slancio (di nuovo) e puoi ottenere un po’ di traffico reale ed esposizione essendo un ospite negli spettacoli giusti.

Non devi nemmeno aspettare che qualcuno ti raggiunga. 

Prendi l’iniziativa ritagliandoti del tempo ogni settimana per contattare gli host dei podcast a cui sei personalmente interessato e dove sembra che il tuo pubblico target si sintonizzi regolarmente.

Alla fine, ti abbinerai allo spettacolo giusto.

Naturalmente, prima di poter iniziare a proporsi ad altre persone… devi fornire qualcosa che valga la pena dire.

Come per la pubblicazione dei guest post, non perdere tempo a proporre idee a potenziali host di podcast che non si allineano bene con gli argomenti dei loro programmi.

  • Cosa hai da offrire in modo univoco al loro spettacolo?
  • Qual è un emozionante angolata della storia che puoi evidenziare e che interessa agli ascoltatori?
  • La tua storia si adatta bene al loro stile e formato tipici?

Se riesci a portare un’idea di episodio eccitante e divertente sul tavolo nel tuo podcast, è molto più probabile che l’ospite voglia invitarti a prendere parte ad un episodio futuro.

Ospita leader di pensiero nella tua nicchia

Apparire sui podcast e sui blog di altre persone è un ottimo modo per promuovere il tuo blog e ampliare il tuo pubblico, ma funziona anche nel modo inverso. 

Invitare le persone a pubblicare articoli sul mio blog e ad essere intervistate sul mio podcast è stata un’incredibile opportunità per il mio blog, sia in termini di relazioni che ho costruito che di contenuti di qualità che ho ottenuto di conseguenza.

Oltre agli articoli in stile carrellata che presentano persone con cui voglio entrare in contatto, il mio podcast è stato anche uno degli strumenti più utili che abbia mai impiegato in questo processo di costruzione di relazioni a lungo termine.

Avere un podcast mi dà una scusa facile per raggiungere e chattare con i miei più grandi miti nello spazio del blog, pur fornendo loro un valore reale (facendo emergere questi ospiti al mio pubblico di ascoltatori e lettori).

Questa tecnica funziona così bene perché è una vera vittoria per tutti i soggetti coinvolti.

Inoltre, includere altre voci nel tuo sito aumenta l’autorità complessiva del tuo blog e accresce il tuo valore percepito dalla comunità. 

È anche molto probabile che il tuo ospite condivida l’intervista con il suo pubblico, dandoti una visibilità ancora maggiore. Questo tipo di collaborazione è reciprocamente vantaggioso per tutte le parti, inclusi i tuoi lettori.

Webinar congiunti dei co-organizzatori

Oltre a essere un ospite in un podcast, puoi anche ospitare un webinar con un altro blogger nel tuo spazio per riunire il tuo pubblico combinato in nome del valore (esponendoti anche a un pubblico simile).

Un webinar è un evento online, una sessione di domande e risposte o una presentazione e fornisce un’altra opportunità non solo per connettersi con il tuo pubblico (dal vivo) per rispondere a domande e fornire valore, ma anche per promuovere il tuo blog in modo significativo.

Unisciti a qualcuno che è un po’ più noto nel tuo settore e avrai l’opportunità di dimostrare la tua esperienza con loro in un’impostazione video dal vivo.

Non aver paura di contattare anche i marchi che operano nella tua nicchia, poiché sono sempre alla ricerca di nuove persone a cui presentare i loro prodotti o servizi (e hanno persone che possono condividere preziose conoscenze con il tuo pubblico combinato).

Unisciti alle community nella nicchia del tuo blog

Potresti non esserne consapevole, ma ci sono centinaia, forse anche migliaia di community online all’interno della tua nicchia.

Partecipare a questi gruppi può essere davvero un ottimo modo per promuovere il tuo blog e allo stesso tempo fornire valore alle persone nel tuo spazio. 

È anche un buon modo per incontrare altri blogger, fare rete, trovare potenziali partner promozionali e imparare gli uni dagli altri.

Ci sono anche alcuni gruppi Facebook a cui puoi unirti, alcuni dei quali aiutano creando uno spazio e un tempo regolari per condividere i tuoi contenuti o richiedendo feedback dai lettori che accettano di visionare i tuoi contenuti. 

Potresti anche trovare alcuni solidi partner con cui collaborare attraverso le giuste community.

Lo stesso principio si applica indipendentemente dalla nicchia in cui si trova il tuo blog. 

Promuovi il tuo blog contattando ogni persona (e brand) che menzioni

Ho parlato di link interni, ma i link esterni hanno anche un grande vantaggio in termini di promozione del tuo blog. 

In effetti, questa tecnica costituisce la base di come sono stato in grado di avviare relazioni con molte persone influenti nella mia nicchia, attraverso un’intelligente sensibilizzazione dei blogger

Ecco come funziona:

  • Per ogni articolo che scrivo, miro ad avere circa 10-20 link in uscita
  • Quando pubblico il mio articolo, invio un’e-mail alle persone o ai brand che menziono (per far loro sapere che li ho citati nel mio articolo)
  • Se rispondono, chiederò loro se sarebbero disposti a condividere il mio articolo con i loro follower sui social media.

Questo approccio funziona così bene, perché fornisce prima di ogni cosa del valore tangibile.

Si distingue dalle altre e-mail che il tuo potenziale partner riceve durante la giornata, in cui le persone chiedono semplicemente di condividere o linkare un articolo  senza fornire prima alcun valore in anticipo… e qui nasce la tua opportunità.

Tieni presente, tuttavia, che non sempre ricevo risposta da tutte le persone a cui mi rivolgo. 

Ma anche se metà dei blogger a cui invio messaggi finiscono per condividere il mio articolo, il messaggio viene comunque distribuito molto più di quanto avrei fatto altrimenti.

Praticare questo tipo di networking può anche portare a maggiori opportunità di collaborazione, scambi regolari di condivisione sui social, futuri guest post e altro ancora. 

Queste tipologie di partnership aiutano entrambe le parti a raggiungere un pubblico più ampio all’interno della stessa nicchia, quindi sono una chiara vittoria per tutti.

Lascia commenti su altri blog

Un altro modo molto semplice per iniziare a fare rete con altri blogger (e portarli in un luogo in cui riconoscono il tuo nome e la tua foto) è lasciare commenti sui loro articoli.

Questo non richiede nient’altro che un po’ del tuo tempo ogni settimana e puoi iniziare abbastanza rapidamente una connessione con un blogger con cui vorrai collaborare un giorno. 

Potrebbe anche aprire la porta a ulteriori opportunità in futuro, come la pubblicazione di guest post, la condivisione sui social o altro.

12. Usa gli strumenti e le risorse giuste per rendere più facile la promozione del tuo blog

Tenere il passo con la promozione del tuo blog può richiedere molto lavoro, soprattutto quando le nuove strategie di promozione del blog aumentano di popolarità e altre ancora svaniscono in termini di fattibilità.

Se c’è una costante come blogger… è che il cambiamento non smette mai di verificarsi. 

Il mio consiglio è di essere in pace con la realtà che avrai continuamente bisogno di reinventarti come blogger e di tenere sempre d’occhio le nuove strategie promozionali che puoi sperimentare (e da cui imparare).

Usa gli strumenti e le risorse giusti per promuovere meglio il tuo blog online

A questo punto del tuo viaggio nel blogging, probabilmente avrai già trascorso gran parte del tuo tempo a scrivere i contenuti del tuo blog.

Ora che lo hai fatto, devi dedicare ancora più tempo alla promozione e all’acquisizione di lettori.

Condivido il tuo dolore. 

Il blog non è un lavoro facile, soprattutto quando ti stai solo affermando. 

Ecco perché consiglio sempre di utilizzare i migliori strumenti disponibili per alleggerire il carico e amplificare il lavoro che stai svolgendo.

Ecco una panoramica degli strumenti più efficaci.

Usa SEOZoom per promuovere strategicamente i contenuti del tuo blog

Strumento SEO di Ahrefs per trovare strategicamente le parole chiave giuste per il blog

SEOZoom è uno degli strumenti di blogging (a pagamento) più utili per aiutarti a sviluppare la tua strategia SEO (e promozione dei contenuti). 

Per la ricerca di parole chiave e l’analisi della concorrenza, è di gran lunga la migliore risorsa sul mercato oggi, ma ha un prezzo piuttosto alto, a partire da € 49/mese. Se hai un budget limitato, ti consiglio di utilizzare le idee gratuite di Twinword (in basso).

Molti anni fa, SEOZoom ha iniziato come verificatore di backlink, un servizio che fornisce ancora oggi. Da allora, però, SEOZoom si è ampliato per includere dozzine di funzioni incredibilmente utili. 

Ora offrono ricerca e analisi dei contenuti, ricerca di parole chiave, ricerca della concorrenza, assistente editoriale e analisi SEO on-page (tra le tante altre), che mi hanno aiutato a creare una versione unica dei miei articoli, rispetto a tutti gli altri incentrati sulle recensioni pezzi là fuori oggi.

Come ho già detto, questo strumento è tutt’altro che gratuito, il che può essere un deterrente per i nuovi blogger. 

Potresti non voler investire in uno strumento che oggi va ben oltre il budget stanziato per il tuo blog.

Tuttavia, tieni presente che è un potente strumento per mettere insieme un forte piano d’azione per promuovere i contenuti del tuo blog una volta che te lo puoi permettere.

Le idee di Twinword possono alimentare la tua ricerca di parole chiave

Strumento di ricerca per parole chiave di Twinword Ideas (screeshot della home page)

Se lo strumento di ricerca delle parole chiave di SEOZoom ti sembra interessante, ti consiglio vivamente di dare un’occhiata a questa alternativa gratuita: Twinword Ideas .

Questo fantastico strumento gratuito ti dà una rapida visione dei termini vengono cercati di più nella tua nicchia e ti mostra suggerimenti chiari per le parole chiave da scegliere come target (e gli argomenti degli articoli di cui scrivere i contenuti). 

Scompone anche i suggerimenti per paese e lingua, nel caso in cui ti rivolgi a un mercato non di lingua italiana.

Usa il plugin RankMath per migliorare il tuo posizionamento su Google

Plugin Rank Math SEO WordPress per blogger (screenshot della home page)

Il primo plugin (gratuito) per WordPress che consiglio sempre ai blogger di installare, è Rank Math

Aggiunge una barra degli strumenti estremamente utile alla destra del contenuto (quando li visualizzi internamente come autore), che fornisce un’ampia gamma di consigli SEO che ti aiuteranno a garantire che i tuoi contenuti soddisfino pratiche SEO più importanti, quindi dandoti una possibilità molto maggiore di posizionarti in alto nella ricerca organica per la tua parola chiave.

Incoraggia la condivisione dei contenuti con 1 clic e l’acquisizione di e-mail con Sumo

Plugin Sumo per WordPress Blog Marketing e promozione (Screenshot della home page)

Il plug-in WordPress di Sumo è uno strumento di marketing all-in-one che esegue gratuitamente una vasta gamma di funzioni.

Dall’acquisizione di e-mail con moduli e popup, all’aggiunta semplice di pulsanti di condivisione social attraverso le pagine e i post sul tuo blog, strumenti per l’abbandono del carrello, analisi del pubblico e altro ancora.


Considerazioni finali: sii paziente nell’imparare a pubblicizzare il tuo blog

Molti blogger iniziano con un sacco di entusiasmo e ambizione quando lanciano per la prima volta i loro blog.

Sfortunatamente, quell’entusiasmo può diminuire piuttosto rapidamente quando non vedi immediatamente i risultati che speri, specialmente quando si tratta di promuovere i contenuti del tuo blog e attirare i tuoi primi lettori.

La pazienza è la chiave per far crescere un blog

Sii paziente con te stesso e il tuo blog.

Quando si tratta di pubblicizzare un blog, ci sono alcune dure verità che devi tenere a mente.

Il traffico organico è un ottimo modo per promuovere il tuo blog… ma spesso può volerci un po’ di tempo prima che inizi a vedere i frutti del tuo lavoro. 

In alcuni casi, possono essere necessari mesi o addirittura fino a un anno prima che le classifiche di ricerca organiche siano in grado di raggiungere una posizione significativa che ti offra traffico significativo.

Quando inizi a scoraggiarti, ricorda a te stesso di rimanere sulla rotta.

È il  tuo impegno costante che ripagherà a lungo termine con la crescita del tuo blog fino al punto in cui genera traffico sostanziale e alla fine ti permetterà di guadagnare . Una volta che stai generando delle entrate, assicurati di aggiungere ai segnalibri la mia guida su come aprire partita iva online (e tieni d’occhio le finanze del tuo blog).

In questa guida, abbiamo esaminato alcuni dei miei migliori consigli su come pubblicizzare un blog. 

Ciò non significa che dovresti provare a implementare tutte queste strategie contemporaneamente. 

Provare a fare tutto ti lascerà sopraffatto e stressato, inoltre, non ti darà una chiara indicazione di ciò che sta effettivamente funzionando in termini di risultati.

Il tuo piano d’azione per promuovere il tuo blog oggi

Segui questi passaggi, a partire da ora:

  • Concentrati solo su 1-3 di queste strategie per pubblicizzare un blog (idealmente quelle che si basano sui tuoi punti di forza) e impegnati in un test di 3-6 mesi.
  • Per quanto difficile o poco chiaro possa sembrare, dai davvero qualche mese a queste nuove tattiche per vedere se producono risultati.
  • Quando una strategia di blogging mostra segni positivi, indirizza più risorse verso di essa.
  • Se non riscontri risultati positivi da nessuna parte, prova a indirizzare la tua energia in un diverso insieme di strategie da questa guida (dopo la finestra di prova di 3-6 mesi).

Ci vuole tempo reale per creare un blog di successo. 

Sono passati 4 anni da quando ho iniziato a bloggare e anche se il pay off ha richiesto del tempo… posso dirti che questo investimento è stato molto il migliore che abbia mai fatto.

Il tuo blog non è un fallimento se ci vogliono mesi o addirittura anni per raggiungere le cifre di traffico e entrate che speri di raggiungere un giorno.

Pianta i semi oggi, lavora sodo per promuovere il tuo blog e raccoglierai i frutti nei mesi e negli anni a venire.

Ti aspetto nei commenti per qualsiasi delucidazione o domanda.

A presto,
Cristian.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri i miei servizi!

Dove imprenditori, freelance, creators e influencer trovano la soluzione alle proprie esigenze.

 

Ti accompagno nella creazione, lo sviluppo e la crescita del tuo business.

Dalla consulenza di web marketing strategico e operativo, allo sviluppo di siti web ed eCommerce.